Home arrow La Barrozza arrow Estate 2008 - anno XVII n. 2 arrow Non basterebbe un libro per raccontarti….

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Non basterebbe un libro per raccontarti…. E-mail
La Barrozza - Estate 2008 - anno XVII n. 2
Scritto da Paolo Ghersi   

Non basterebbe un libro per raccontarti…in questi due giorni il vuoto che hai lasciato è stato riempito da un coro di voci amiche, da una miriade di piccoli baci, da un fiume in piena di lacrime, ma, soprattutto, da ricordi di una vita vissuta con una limpida onestà che ti ha reso unico, con una saggezza antica che ha accompagnato ogni tuo gesto, con una bontà d’animo che ha avvolto chiunque ti fosse vicino, con una precisione ormai proverbiale che ti faceva chiedere 1 cm di crostata mettendomi in seria difficoltà.

Da Barrozza Estate 2008

Sei stato un uomo splendido, un marito innamorato ed hai amato e rispettato la tua Ninetta fino all’ultimo respiro…un papà sicuramente di poche parole ma completamente dedito ai tuoi figli…un nonno meraviglioso che ha riempito d’amore i suoi nipoti…sei stato e sei il loro idolo.

Con te hanno condiviso i rimproveri, gli insegnamenti, le dolcezze…Massi…ricordi…parcheggia meglio, controlla la batteria e lava la macchina…e tu Ale…i baci che gli davi sulla testa per fargli ricrescere i capelli??!!...e tu Lele…ricordi…mettiti le ciavatte…non fa arrabbià tu nonna…mangia…e  poi, un fratello,un cognato, uno zio ed un amico sempre presente,su di te ci si è sempre potuto contare, hai sempre aperto le porte del tuo cuore e della tua casa …le serate a Ruscio…tra spaghettate, partite a carte, mille momenti di gioiosa spensieratezza…e il mitico campetto…generazioni di nipoti ai quali hai donato tutto te stesso. E quanti sabati e domeniche alla Tenutella, tra feste, cene e pokerini…

E si, non basterebbe un libro per raccontarti ma tanto ognuno di noi custodisce gelosamente nel proprio cuore il tuo ricordo…e guardandomi intorno vedo solo amore, il nostro amore per te che sei stato il maestro di tutte le nostre vite.

…e non ci basterà un grazie immenso per ringraziarti…
…e non ci basterà una vita intera per ripagarti…

Ciao…Renzo

 
< Prec.   Pros. >