IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Due atti di incivilta' E-mail
La Barrozza - Estate 2008 - anno XVII n. 2
Scritto da Guerino Perelli   

Approfittando del ritorno del bel tempo, verso la metà di giugno sono tornato a Ruscio per trascorrervi alcuni giorni di riposo e per il rituale taglio dell’erba in giardino per renderlo godibile per le prossime ferie estive.

Mentre mi recavo al parco, per constatare l’avvenuto taglio dell’erba ad opera del nostro attivo collaboratore Santino, notavo che in prossimità dell’ingresso al parcheggio del parco era stato scaricato un residuo di calcinacci e mattonelle, proprio sotto la prima pianta del filare che scorre lungo la strada.

Mentre tornavo a casa disgustato da quanto avevo visto, notavo che un altro atto di inciviltà era stato compiuto da chi aveva avuto la brillante idea di scaricare un mucchio di residuati di tegole rossicce vicino ai due cassonetti dell’immondizia posti lungo la strada, ignorando che non possono essere raccolte dagli operatori ecologici addetti, tanto è vero che una settimana dopo erano ancora lì e non so per quanto altro tempo vi rimarranno.

Per evitare il ripetersi di questi atti di inciviltà rivolgo un sollecito al Sindaco per tentare di individuarne i colpevoli e, quanto meno, obbligarli a trasportare il materiale illecitamente scaricato in altri siti consentiti.

 
< Prec.   Pros. >