Home arrow La Miniera di Ruscio arrow Prefazione del Comune di Monteleone di Spoleto

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2015
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Prefazione del Comune di Monteleone di Spoleto
SCN - La miniera
Scritto da Sindaco Nando Durastanti - Assessore Marisa Angelini   

Mi rivolgo ai giovani che sono stati protagonisti di questo progetto di studio e voglio manifestare loro i miei sentimenti di apprezzamento per il buon  lavoro che hanno svolto. 

foto_2007-05-19_scn2

I Volontari del SCN e gli Operatori Locali di Progetto, durante una riunione di lavoro - Monteleone di Spoleto 19 maggio 2007


Ritengo  che il volume che tratta della miniera di lignite di Ruscio, oltre  ad  essere un approfondito  ed utile prodotto editoriale per lo studio del territorio, rappresenta l’impegno per dodici mesi nel Servizio civile volontario di 12 ragazzi che si qualificano in un esperienza solidaristica e mettono al servizio di tutti un’attività lavorativa di ricerca molto interessante; un modo culturale  per difendere la  Patria ,il cui dovere è sancito dalla Costituzione, in una forma di condivisione di valori comuni che sono fondanti dell’ordinamento democratico .

Mi complimento con questi Giovani  per questa esperienza di “cittadini attivi” e con le Associazioni Proloco che hanno dato loro l’opportunità di misurarsi con le esigenze di crescita del territorio che passano necessariamente attraverso il suo studio e  la sua conoscenza .

Auspico la continuità di analoghe esperienze ritenendo il Servizio Civile Volontario uno strumento che contribuisce allo sviluppo sociale, culturale  ed economico del nostro Paese.


Il Sindaco di Monteleone di Spoleto
Geometra Nando Durastanti

16 luglio 2007
 

---------------------------------------------------------


Senza memoria non c’è futuro“ e a dirlo è Marco Tosatti, giornalista ed Vaticanista de La Stampa.

Cercare testimonianze vuol dire conservare la memoria di ciò che è accaduto.
Sottrarre le sofferenze, le esperienze all’oblio.

Significa renderle presenti,mantenerle in vita, fare in modo che non scompaiano  per sempre nella voragine della dimenticanza. Tutta la memoria è questa: è  testimonianza per qualcuno che non può più guardare,non può più parlare. Per tutti coloro  cui la parola è stata negata o sottratta.

Questa ricerca “La lignite: il caso della miniera di Ruscio” esalta la memoria , recupera l’esperienza di un vissuto del nostro territorio e percorrendo cento anni di storia analizza con rigore scientifico i tratti geomorfologici e paesaggistici,socio economici  della vallata del Corno .
Il testo , scritto con un linguaggio piano ed accessibile, tocca ogni aspetto del tema e dà l’occasione per riflettere sull’importanza del passato che può divenire risorsa per il futuro.

I 12 volontari del servizio civile  valorizzano con il loro studio un” non luogo” come  il sociologo francese  M.Augeè definisce gli spazi anonimi e senza anima: spazi geologici desertici e svuotati.
 Il sito diventa interessante riflessione per un progetto di sostenibilità della montagna e rimanda alla ricerca di altri siti analoghi che hanno fatto di luoghi non luoghi opportunità di turismo. In Germania il sito della Lusazia è divenuto in importante centro di archeologia industriale.

Dal punto di vista più intimistico delle sensazioni non sfugge  come sia stato bello cogliere l’analogia seppure in senso diacronico per dare il via alla prima ricerca del Servizio Civile che prendesse a riferimento proprio un’attività,quella estrattiva e mineraria, che al tempo dei conflitti delle gradi guerre era appunto considerata assolvente del “servio militare”. Sullo stessa emotività delle sensazioni non sfugge e mi piace ricordarlo ,come l’attività delle risorse minerarie sia stato un grande valore di coesione per la costituzione della Comunità Europea,la CE.CA nasce sui valori lavoro Carbone e Acciaio.

Ma oltrepassando il senso romantico delle cose e tornando a valori pragmatici sono convinta che un tale studio sia davvero di grande supporto al futuro sviluppo turistico del territorio,e, forse non solo,e ciò considerando anche che, la produzione energetica derivante dalla lignite è oggi stimata in un buon 16% delle risorse contro 8% di energia derivante da fonti rinnovabili.
In ogni caso  il presente studio merita ,per il suo indiscusso valore , un plauso ed un grazie.

Assessore Turismo e cultura
dr.ssa Marisa Angelini

16 luglio 2007

 
< Prec.   Pros. >