Home arrow La Pro Ruscio arrow TEMA: Sei un pittore :descrivi un lavoro che ti rappresenta
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
TEMA: Sei un pittore :descrivi un lavoro che ti rappresenta PDF Stampa E-mail
La Barrozza - Primavera 2023 - anno XXXII n. 1
Scritto da Gabriele Vannozzi   

Amo dipingere, ma fino ad oggi non ero ancora riuscito a fare un ritratto che descriva le mie emozioni. Dopo mesi di lavoro ho compiuto il miracolo: finalmente il quadro che parla di me! Fin da quando ero piccolo passo le vacanze estive in un paesino di montagna di nome Ruscio. 

Ogni anno dopo qualche giorno dall’arrivo andiamo sulla cima di una collina ad ammirare il paesaggio ed è proprio lì dove ho dipinto il mio quadro. In esso si vede il paese che per me è la felicità e il divertimento , per tutte le volte che giochiamo a fare a gavettoni e molte altre cose; si vede anche la diga che mi trasmette il senso d’avventura, per tutte quelle volte che li ho fatto le scampagnate con i miei amici. Nel quadro si vede casa mia tra tutte le altre, si nota perché è la più grande ; però questa vista mi dà tristezza perché è terremotata da 8 anni…

Nel quadro si vedono anche i campi che mi trasmettono il senso di fatica dei contadini che iniziano a lavorare alle 6 di mattina fino alla tarda sera. Poi ci sta il “fosso” che è un letto di un fiume che si riempie solo d’inverno. Il fiume mi trasmette paura per quella volta che ho visto un lupo che rosicchiava un osso probabilmente di una pecora.


Gabriele Vannozzi 13 anni

 

 

 
< Prec.   Pros. >