Home arrow Archivio News arrow Dario Prosperini, e "L'anello di Grace"
Advertisement

IN EVIDENZA

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
 
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Dario Prosperini, e "L'anello di Grace" PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
mercoledì 21 settembre 2022
Il prossimo 24 settembre, in prima assoluta, presso il Museo Etrusco di Valle Giulia

Dario Prosperini 

  

Siamo molto lieti di comunicarvi che il nostro Dario Prosperini, giornalista e regista, presenterà la sua ultima fatica, il documentario dal titolo  "L'anello di Grace", il prossimo 24 settembre presso il Museo Etrusco di Valle Giulia in Roma.

Complimenti da parte del Presidente, Consiglieri, Soci e amici tutti!!! 

Riportiamo di seguito, il lancio stampa dell'Agenzia ANSA. 


(ANSA) - MONTELEONE DI SPOLETO (PERUGIA), 19 SET - Un documentario dal titolo "L'anello di Grace" - che il regista e giornalista romano di origini umbre Dario Prosperini presenterà a Roma sabato 24 in prima assoluta - potrebbe riaprire la vicenda della biga etrusca d'oro di Monteleone di Spoleto, esposta al Met di New York, che il Comune umbro ha tentato per anni di riportare indietro.

"Partendo da tutti gli atti e dai documenti inediti rinvenuti di recente e di cui si parla nel documentario - ha spiegato all'ANSA il sindaco di Monteleone, Marisa Angelini - il Comune ha deciso di interessare il ministero con l'obiettivo di attivare indagini, da parte della procura di Roma, per inserire la biga nell'elenco delle opere trafugate dall'Italia".

L'obiettivo finale è quello di riaprire il contenzioso internazionale per la sua restituzione. Realizzata nel VI secolo a.C. in Etruria meridionale, la biga entrò in possesso di un notabile sabino che la portò con sé nella tomba e nel 1902 fu rinvenuta casualmente da un contadino. Venduta per una cifra irrisoria, passò di mano più volte, arrivando a Parigi e, da qui, a New York, acquistata dal primo direttore del Metropolitan, l'italiano Luigi Palma di Cesnola. Seguirono decenni di silenzio fino alla richiesta di restituzione presentata dal Comune di Monteleone tra il 2002 ed il 2008, quando il contenzioso fu definitivamente archiviato dal Tribunale di Spoleto. Il documentario sarà presentato alle ore 21, nella sala della Fortuna del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. L'evento è stato organizzato nell'ambito della seconda edizione della manifestazione "Festa etrusca! La Storia si racconta" che animerà la due giorni delle Giornate Europee del Patrimonio. La proiezione sarà introdotta e moderata dalla giornalista Silvia Lambertucci (ANSA). Tra i protagonisti delle vicende narrate nella pellicola, al confine tra un noir e una spy story, figurano Guglielmo Berattino, storico e scrittore di Ivrea, incappato in un segreto inconfessabile nascosto in un vecchio faldone, e Grace Filder, un'affascinante e avventurosa contessa inglese il cui anello dai poteri magici. (ANSA).  

 
Pros. >