Home arrow Archivio News arrow Ricordando cinque anni fa...
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Ricordando cinque anni fa... PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
lunedì 23 agosto 2021
24 agosto 2016, ore 3:36

Alle 3:36 del 24 agosto 2016 una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 devasta i Comuni di Amatrice, Accumoli (Rieti) e Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). E' l'inizio di quella che l'Ingv definirà la sequenza sismica Amatrice-Norcia-Visso.

Viene colpito anche il territorio del comune di Monteleone di Spoleto e il nostro Ruscio subisce i primi danni, poi incrementatisi con la piu' forte scossa del 30 ottobre, tristemente famosa per il crollo della basilica di San Benedetto a Norcia.


 La copertina dell'Edizione di Natale 2016 de "La Barrozza"

 

A distanza di 5 anni tanto c'e' ancora da fare e molte abitazioni, sia di residenti e villeggianti sono inagibili.

Quella notte tra il 23 e 24 agosto e' rimata nella memoria dei tanti, che sul finire dell'estate, si trovavano a Ruscio.

Ricorderemo per sempre i primi momenti di agitazione e sconforto, presto supportati dalla presenza del personale del Comune, tecnici, vigile urbano e Carabinieri che, nell'immediatezza della prima violenta scossa, fecero i primi rilievi della situazione e tranquillizzarono la popolazione. Cio' fu reso possibile per l'esistenza del Piano di Protezione Civile predisposto dal nostro Comune, illustrato appena l'estate prima, nel corso di un affollato incontro presso l'Asilo di Ruscio. Questa struttura fornì la prima accoglienza alla popolazione e, in seguito, accolse numerose squadre di Volontari della Protezione Civile in servizio in zona.

L'anno successivo, l'Associazione Pro Ruscio ebbe l'onore di ricevere un attestato di riconoscenza da parte del Comune di Monteleone di Spoleto  “Per aver  contribuito con generosità a concedere la struttura dell’Asilo quale base operativa e ad accogliere Cittadini e Operatori della Protezione Civile nell’emergenza sismica del 24 agosto 2016 e successivi eventi.”

 

 
On. Giampiero Bocci e il Presidente Vittorio Ottaviani (2017, foto Arch. Pro Ruscio)

  

Questa terribile esperienza, fortunatamente senza vittime, ci ha insegnato che l'autoprotezione, cioe' la presenza di presidi di emergenza e di personale volontario appositamente addestrato e presente in loco, sono fondamentali per poter fornire assistenza ed aiuto alla popolazione nelle primissime ore successive ad un evento calamitoso.

L'Associazione Pro Ruscio conferma la propria collaborazione al Gruppo di Volontari della Protezione Civile di Monteleone, per incrementare le dotazioni del Gruppo e stimolare l'adesione di nuovi Volontari.

 
< Prec.   Pros. >