IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Curiosità E-mail
I Quaderni di Ruscio - I Carbonari
Scritto da Isidoro Peroni   

Si può ammirare sulla “Storia Fotografica di Roma”, una interessante foto, con uno scorcio del Teatro di Marcello, prima del  restauro, in cui, come dice l’insegna,”Grande Magazzino Carbone Legna” , aveva sede una bottega di carbonaio del Ghetto.

***************************

Appresso trovate uno stornello del “Sor Capanna”, improvvisato  alla festa de Noantri, a Trastevere, del 16 luglio del 1935, maliziosamente dedicato al suo amico Nicola Marchetti, il poeta di Ruscio, che aveva all’epoca il negozio a Piazza in Piscinula, poi trasferito a Via Lucrezio Caro:

        Er carbonaro, sto puzzone
         piscia sempre sur carbone.
      
         Velo paleso:  ce piscia,
         pe  fallo  aumenta de peso.

***************************


In uno splendido film del 1981 di Alberto Sordi, compare il carbonaro  Gasperino sosia del Marchese del Grillo, ambedue interpretati da Albertone, (non so se il carbonaro ubriacone fosse delle nostri parti  ma penso di no, poiché siamo all’inizio dell’Ottocento all’epoca di Pio VII e di Napoleone). Il carbonaro, coinvolto dal Marchese del Grillo nelle sue beffe crudeli ma a lieto fine, rappresentava una delle condizioni più umili nella Roma papalina. Poi col lavoro e il sacrificio molti carbonari sostituirono molti nobili nella scala sociale!   

 
< Prec.   Pros. >