Home arrow Archivio News arrow Nuovo Parroco a Monteleone di Spoleto

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Nuovo Parroco a Monteleone di Spoleto PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
martedì 22 settembre 2020
27 settembre, presentazione dei nuovi incaricati della pastorale di Monteleone e Poggiodomo


Domenica 20 settembre 2020 n a Cascia l’arcivescovo di Spoleto-Norcia mons. Renato Boccardo ha presentato i nuovi parroci di Cascia, Poggioprimocaso e del Pian di Chiavano: don Canzio Scarabottini (parroco e pro-rettore di Roccaporena, incarico che mantiene), don Alessio Kononov (che già svolgeva servizio nel casciano), don Bartolomeo Gladson Sagayaraj (che era parroco di Cortaccione di Spoleto). Questi tre presbiteri avranno la cura pastorale anche di Poggiodomo e Monteleone di Spoleto, comunità nelle quali faranno ingresso domenica prossima, 27 settembre. 

 

  Da sinistra: don Canzio Scarabottini, don Alessio Kononov, don Bartolomeo Gladson Sagayaraj  (foto: www.spoletonorcia.it) 


Nel corso della celebrazione, Mons. Boccardo ha voluto salutare anche il nostro don Saverio e i sacerdoti che lasciano per limiti di età gli incarichi pastorali: «Anche a voi il Signore – ha affermato – vi dice “andate nella mia vigna”. Un prete non va in pensione, noi siamo preti fino alla fine della vita. A un certo punto, però, il peso dell’età e della salute si fa sentire e allora cambia l’impegno e la responsabilità. Ma non cambia il ministero. Mentre noi riconosciamo il lungo e generoso servizio e gli diciamo grazie, il Signore dice loro: vai anche tu nella mia vigna, continua in maniera diversa la tua missione di padre e pastore di credenti».

Il Presidente Vittorio Ottaviani, il Consiglio direttivo e i soci tutti accolgono con gioia don Canzio , don Alessio e don Bartolomeo, augurando loro buon lavoro nella "vigna" cui sono stati destinati e salutano con affetto e gratitudine il caro Don Saverio, che lascia l'incarico di parroco della nostra Parrocchia.

 
< Prec.   Pros. >