Home arrow La Barrozza arrow Estate 2019 - anno XVIII n. 2 arrow Orgogliosi della nostra unicità

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Orgogliosi della nostra unicità PDF Stampa E-mail
La Barrozza - Estate 2019 - anno XVIII n. 2
Scritto da Vittorio Ottaviani   

Ruscio, come ben sapete, e’ una piccola frazione, con poco da offrire ai propri residenti e forse ancora di meno al turista.

Tentiamo di essere oggettivi, cercando di guardare il nostro amato paese prescindendo dall’amore che ci lega a questo posto: trascurato e trasandato in alcuni punti, in altri usato come discarica di televisori e materassi. E su questo potremmo, tutti come individui e come Associazione, lavorarci tanto!

Eppure, continua a dimostrarsi piccolo scrigno di importanti tesori che farebbero ricco qualsiasi altro territorio.. E su questo la nostra Associazione, da qualche anno sta portando avanti importanti manifestazioni ed eventi.

Ne citerò solo alcune che, riportando alla luce eventi della nostra storia, hanno contribuito non solo a rendere Ruscio piu’ noto ad un pubblico piu’ vasto, ma anche ad arricchire l’offerta al turista piu’ attento e consapevole: la riscoperta della Miniera di Lignite quale Campo di Prigionia, delle vicende della Dogana dello Stato Pontificio e il passaggio di Giuseppe Garibaldi all’indomani della proclamazione della Repubblica Romana di Mazzini, il recupero del Cippo di Confine n. 499., l’importante convegno, presente anche la Soprintendenza Archeologica dell’Umbria, sugli scavi effettuati nell’area di Pie’ d’Immagine, nei piani di Ruscio, proprio nello scorso luglio.

 

Recto della Medaglia del Confine 

 

Non si tratta di ricerche storiche condotte solo per il gusto “passatista” di qualche appassionato. Sono particolarità uniche del nostro territorio che possono rappresentare un punto distintivo importante, da utilizzarsi, perché no, anche in termini economici.

Continuando su questa strada - senza, per altro, trascurarne altre: il Campetto, l’Asilo, i tornei di calcio, il parco… - abbiamo il piacere di presentarVi la riproduzione del cosiddetto “testimone confinario”, medaglia celebrativa prodotta nel 1847 posta, sotterrata, al di sotto di ciascuno dei 686 cippi di confine.

 

  

Verso della Medaglia del Cippo 

 

Dal calco tratto da uno dei pochissimi esemplari originali noti, di proprietà della famiglia Salamandra, con limitate correzioni volte a rendere maggiormente leggibili alcuni particolari persi sull’originale, e’ stata realizzata una limitata tiratura di esemplari in argilla vulcanica ferrosa, opportunamente miscelata con ferro oligistico micaceo, cotti a una temperatura di 950° e rifiniti con patinatura di resina di conifera.

Tale realizzazione, per la quale ringraziamo la generosita’ di Antonino Salamandra e l’indispensabile intervento di Stefano Vannozzi e di Valentina Marino, e’ stata effettuata dal maestro Pino Pulitani esperto fonditore, notissimo in campo storico archeologico.

Si tratta dell’unica riproduzione effettuata di rilevante interesse numismatico, in una tiratura di 60 esemplari che metteremo in vendita nel prossimo mese di Agosto, collegandolo all’operazione di finanziamento dell’Ostello 499 (dal numero del cippo recuperato nel 2017) sede della nostra Associazione nonche’ dell’Archivio della Memoria di Ruscio e dell’Ostello per il Cammino di San Benedetto.

BUONA ESTATE A RUSCIO, OVVIAMENTE!

Il Presidente Vittorio Ottaviani

 


 

PER SAPERNE DI PIU' SULLA MEDAGLIA SCARICA L'OPUSCOLO ESPLICATIVO CLICCA QUI

PER ACQUISTARE LA MEDAGLIA SCRIVI A Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo OPPURE ACCEDI A EBAY CLICCANDO QUI 

  
 
Pros. >