Home arrow Archivio News arrow La fonte delle Mole

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2015
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
La fonte delle Mole PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
venerdì 25 settembre 2015
Sostituita la targa in marmo

Il tempo passa e tante sono le piccole e grandi necessita' di manutenzione delle strutture dell'Associazione Pro Ruscio.

Forse pochi sanno, anche perche' la scritta sulla targa si era consunta a causa del gelo che ne aveva eroso la superficie, la storia della Fonte delle Mole.

La nuova targa

La Pro Ruscio, per festeggiare i venti anni dalla fondazione, decise di costruire una fonte, In sostituzione di quella preesistente con lunghi trocchi per l'abbeverata, in seguito spostata presso il ponte sul fosso Vorga (recentemente sistemata da Santino Salamandra).

E per abbellirla, Isidoro Peroni, dono' tre macine provenienti dalla mola di Santa Lucia. La mola era gestita dai Bernabei e divenne di proprieta' di Biagio e Mario Peroni che la adibirono a casale e stalla.

Nel 1987 in occasione dell' inaugurazione della fonte il poeta Nicola Marchetti scrisse e recito' questa poesia:

Nel ventesimo anno la Pro Loco
fa' dono a Ruscio di questa fontana
che porta l'acqua buona,fresca e sana
e civilmente l'imbellisce il loco.

Dispiace solo che quesr' acqua pura
vada a finire nella fognatura.
Sarebbe piu' logico e piu' bello
se l'avanzo innaffiasse un orticello.

Ruscio ringrazia il primo cittadino
insieme alla giunta comunale,
la Pro Loco che avuto l'ideale
per questo lavoro utile e carino.

Or con l'acqua di Atina e delle Vene
ogni persona puo' dissetarsi bene.
Se poi il detto non e' una bugia
arrivera' l'acqua di Santa Lucia.

A lsidoro Peroni che ha donato
le antiche ruote dell' antica mola
da tutti un gra:ie gli l'iene inviato.
 
A Durastanti dico una parola:
"grazie" , per questa fonte rifinita
e auguri a tutti di una lunga vita.

Quanti sacchi di grano macinati
con queste ruote, e i sacchi di farina
nelle case di Ruscio riportati.

All' epoca di nonna e la mammina
per fare tagliolini e ciciarelli
erano tempi poveri ma belli.

La mola non c'e' piu'. Tutto e' cambiato
perfino l'andamento famigliare
ilfosso addirittura s'e' asciugato
le ruote non hanno piu' forza per girare.

Per questo adesso sono state appese
ci sgorga l'acqua e piu' bello e' il paese.

 
< Prec.   Pros. >