Home arrow Archivio News arrow Discarica: lettera aperta del Sindaco

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2015
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Discarica: lettera aperta del Sindaco PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
martedì 20 gennaio 2015
Il Sindaco Marisa Angelini, scrive al Presidente Vittorio Ottaviani, sempre in merito alla presunta discarica

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del Sindaco Marisa Angelini, indirizzata al Presidente della Pro Loco di Ruscio Vittorio Ottaviani.

clicca sulle immagini per ingrandirle

clicca sulle immagini per ingrandirle

 

Siamo lieti che il Sindaco abbia voluto approfondire la questione relativa alla “discarica” del Parco del Fiume Corno. LEGGI QUI PER APPROFONDIMENTI

Apprezziamo la completa e corretta disamina della legislazione in vigore in merito alla tutela dell’ambiente, affrontata dal Sindaco nella Sua Lettera Aperta, che conferma la complessita’ dell’apparato legale che regola questo ambito.

Siamo altresi’ lieti che il Sindaco prenda spunto da questa vicenda per informare la cittadinanza di tali norme anche al fine di evitare che altri cittadini siano indotti in errore.

Siamo anche lieti di venire a conoscenza che esiste un contenitore apposito per il conferimento di tali rifiuti; di cio’ non eravamo a conoscenza fino ad oggi: attendiamo ulteriori indicazioni circa le modalita’ di conferimento di tali rifiuti.

Come si evince dalle comunicazioni ufficiali riportate sul sito della Associazione, e in questa sede lo confermiamo ulteriormente, non abbiamo mai contestato la legalita’ dell’Ordinanza Sindacale. Prova ne sia il fatto che, tempestivamente, abbiamo eseguito quanto richiesto. LEGGI QUI PER APPROFONDIMENTI

Non condividiamo la definizione di "discarica"  del nostro innocuo cumulo di erba attribuita da una legge, di cui poi il Sindaco ha seguito i dettami.

Resta il nostro profondo rammarico - pur ben consapevoli che la conoscenza della legge resti una responsabilita’ della Associazione (ignorantia legis non excusat) - di quanto accaduto nei confronti di una iniziativa, nata nel 2007, che unanimi consensi e apprezzamenti aveva ottenuto. Certamente, se avessimo avuto tali informazioni, non avremmo intrapreso tale attivita' che, ribadiamo, risulta essere in sostanza una buona, anzi, un'ottima idea, ma non per i formalismi di legge .

Raccogliamo l’invito a partecipare ad un tavolo tecnico con il Comune per future occasioni di collaborazione anche nell’ambito della tutela dell’ambiente e del territorio, convinti che solo una attivita’ di accurato e costante controllo del territorio unitamente alla sensibilizzazione della cittadinanza, possa consentire la piena tutela della salute pubblica e del nostro ambiente.

Il Presidente

Vittorio Ottaviani
 

 
< Prec.   Pros. >