Home arrow Archivio News arrow Rinnovati i vertici del Consorzio dei Possidenti di Monteleone di Spoleto

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2015
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Rinnovati i vertici del Consorzio dei Possidenti di Monteleone di Spoleto PDF Stampa E-mail
sabato 26 ottobre 2013
Buon lavoro al nuovo Consiglio!

Siamo lieti di comunicare la composizione del Consiglio del Consorzio dei Possidenti di Monteleone di Spoleto, cosi' come determinato dalle recenti elezioni.

 Monteleone di Spoleto visto da Ruscio

Riconfermato il Presidente Erasmo Reali, sono stati eletti consiglieri i Sigg.ri:
Ivo Rosati
Giacomo Giovannetti
Antonio Salvatori
Claudio Reali

I migliori auguri di proficuo lavoro al nuovo Consiglio da parte della Associazione Pro Ruscio.

Di seguito riportiamo alcune informazioni circa la lunga storia di questa organizzazione, importante per tutta la collettivita' di Monteleone

CONSORZIO DEI POSSIDENTI DI MONTELEONE DI SPOLETO
Il Consorzio, come recita l'art. 1 del regolamento amministrativo del 14 ottobre 1906, "trae origine da una convenzione stabilita tra i possidenti del Comune di Monteleone di Spoleto, ivi domiciliati e residenti, e la Congregazione del buongoverno, dopo l'incameramento dei beni comunali avvenuto in forza del motu proprio di Pio VII del 1801".
Costituito da tutte le famiglie domiciliate e residenti nel Comune e proprietarie di fondi rustici di qualsiasi valore, aveva lo scopo di provvedere all'amministrazione e al godimento dei beni e alla tutela dei diritti della popolazione per quanto concerneva l'esercizio degli usi civici.
Ad esso spettava, inoltre, la cura e il controllo del razionale sfruttamento dei boschi e dei pascoli.
Il patrimonio dell'ente era costituito dalle quattro montagne e dal terreno seminativo posti nel territorio comunale e da due fabbricati all'interno del paese, uno dei quali adibito a residenza municipale e l'altro facente parte dell'ex monastero di Santa Caterina.
La condizione giuridica del Consorzio è di  ente funzionale territoriale pubblico.
Predecessore del Consorzio è il Monte frumentario di Monteleone di Spoleto.
Non si hanno notizie circa l'origine e la storia del Monte frumentario di Monteleone di Spoleto.
La documentazione conservata in archivio ne documenta l'attività a partire dal 1770.
Il Monte non entrò mai a far parte della locale Congregazione di carità, fu, invece, amministrato dal Consorzio dei possidenti di Monteleone di Spoleto a partire dal 1906.
Esiste un archivio storico documentale delle attività del Consorzio costituito dalle carte prodotte dal Consorzio dei possidenti e da quelle prodotte dal locale Monte frumentario, passato sotto la sua amministrazione a partire dal 1906
Ci sono atti datati a partire dal 1867 che sono stati prodotti dalla Comunità dei possidenti di Monteleone di Spoleto, prima che questi si costituissero ufficialmente in Consorzio nel 1906. 

da I Quaderni di Ruscio anno 2009 n. 6

 

 

 
< Prec.   Pros. >