Home arrow Archivio News arrow Convegno: Ferro e Ferriere pontificie dal XVII al XIX secolo

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Convegno: Ferro e Ferriere pontificie dal XVII al XIX secolo PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio
lunedì 25 marzo 2013
Interessante convegno sulle Miniere Pontificie: Viterbo e Ronciglione, 5 e 6 aprile 2013

Siamo lieti di segnalare il seguente convegno, che vede la partecipazione del Sindaco di Monteleone di Spoleto, Marisa Angelini e un importante intervento di Federico Famiani dell'Associazione Archeoambiente di Monteleone.

 


 

Università degli Studi della Tuscia
 
Centro Ricerche e Studi
Comune di Ronciglione
ICSIM - Istituto per la Cultura e la Storia d’Impresa “Franco Momigliano”
AIPAI - Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale

invitano al convegno

Ferro e Ferriere pontificie dal XVII al XIX secolo
una storia un patrimonio

 

 

Venerdì 5 aprile 2013
Università della Tuscia
Aula Magna Rettorato
via Santa Maria in Gradi, 4 - Viterbo

ore 15,00
saluto del Prof. Leonardo Rapone
Direttore Dipartimento di Istituzioni Linguistico-Letterarie, Comunicazionali e Storico-Giuridiche dell’Europa (DISTU)

I sessione
Politiche protezioniste e mercato del ferro
Presiede Prof. Luciano Palermo
(Docente di Storia Economica Università della Tuscia)


15,30 I giacimenti ferriferi dell’Alto Lazio e dell’Umbria
Dott. Marco Venanzi (ricercatore Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea - ISUC)

16,00 Rotte e percorsi del ferro elbano in età moderna
Prof. Ivano Tognarini (Università degli Studi di Siena)
Dott. Angelo Nesti (AIPAI Toscana)

16,30 Ferro: mercato e mercanti di ferro nel Lazio Pontificio
Prof. Manuel Vaquero Piñeiro (Università degli Studi di Perugia)

17,00 Trasportare ferro
Prof. Augusto Ciuffetti (Università Politecnica delle Marche)

17,30 Dibattito

18,30 Conclusioni
Prof. Luciano Palermo (Docente di Storia Economica Università della Tuscia)

 

Sabato 6 aprile 2013
Sala del Collegio
Corso Umberto I, 30 - Ronciglione

ore 9,30
saluti del dott. Alessandro Giovagnoli
Sindaco di Ronciglione

II sessione
Produrre ferro
Presiede Silvano Boldrini
(Presidente del Centro Ricerche e Studi di Ronciglione)

10,00 Tecniche fusorie e di affinazione del ferro
Prof. Mauro Cavallini (Università degli Studi “La Sapienza” di Roma)

10,20 L’oro verde: regolamentazione e conflitti per il rifornimento di combustibile nello Stato pontificio
Prof. Renato Sansa (Università degli Studi della Calabria)

10,40 Forni fusori e ferriere nel Viterbese tra produzione e archeologia industriale (Ronciglione, Canino e Tolfa). Apporti documentari
Dott.ssa Susanna Passigli (Società Romana di Storia Patria)

11,00 Gli edifici produttivi di Ronciglione
Arch. Rosella Castori (ricercatrice)
Arch. Stefania Ragonesi (ricercatrice)

11,20 Il ferro della Tolfa tra l’incertezza dei primi sfruttamenti e la realtà del XIX secolo
Dott. Odoardo Toti (Conservatore del Museo Civico Archeologico e Naturalistico Mineralogico di Allumiere)

11,40 Dall’impianto di Monteleone alla Società delle Ferriere Romane: il ferro a Terni, Narni, Monteleone di Spoleto e Scheggino
Prof. Renato Covino (Università degli Studi di Perugia)

12,00 Le fabbriche del ferro tra conservazione e restauro
Prof.ssa Daniela Esposito (Università degli Studi “La Sapienza” di Roma)

12,20 La valle del Rio Vicano a Ronciglione: un progetto di recupero storico e ambientale
Arch. Italia Vinciguerra (dottore di ricerca in Scienze della Rappresentazione e del Rilievo, membro della Commissione per la Valorizzazione del centro storico di Ronciglione)

12,40 Conclusioni

13,00 Pausa pranzo

14,30 Il recupero della Ferriera Vecchia di Ronciglione: il progetto
Arch. Pietro Lateano (dottore di ricerca in Storia e Restauro dell’Architettura, Università degli studi di Roma “La Sapienza”, progettista e direttore dei lavori)

ore 15,00
III sessione - Tavola rotonda
Tutela, conservazione, valorizzazione e riuso delle ferriere: progetti realizzati e progetti in corso
Coordina Franco Giustinelli (ICSIM)

Federico Famiani (Associazione ArcheoAmbiente, Monteleone di Spoleto)
Daniele Benedetti (Sindaco del Comune di Spoleto)
Marisa Angelini (Sindaco del Comune di di Monteleone di Spoleto)
Silvano Boldrini (Presidente Centro Ricerche e Studi di Ronciglione)
Daniela Sangiorgi (Assessore alla Cultura del Comune di Ronciglione)
Nicoletta Gasperini (Ufficio Tecnico del Comune di Ronciglione)
Roberto Meloni (Responsabile UO Strumenti Urbanistici Innovativi, Direzione Urbanistica, Comune di Terni)
Pietro Lateano (dottore di ricerca Università degli Studi “La Sapienza” di Roma)

Conclusioni
Prof. Renato Covino (Università degli Studi di Perugia; Presidente AIPAI)


------------------------------------------------

Organizzato dall’Università della Tuscia, dal Comune di Ronciglione e dal Centro Ricerche e Studi in collaborazione con l’ICSIM (Istituto per la Cultura e la Storia d’Impresa “Franco Momigliano”) e l’AIPAI (Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale), il convegno Ferro e Ferriere pontificie dal XVII al XIX secolo si propone tre obiettivi:
1) fare un bilancio sugli studi e le ricerche sui territori dell’Umbria e dell’alto Lazio interessati da questa attività. L’attenzione alla siderurgia tradizionale, infatti, viva fino agli anni novanta dell'Ottocento, ha conosciuto poi un’immeritata eclisse che può essere rimossa affrontando il fenomeno in tutta la sua complessità e ponendo in relazione i diversi siti e impianti produttivi e le problematiche che ruotano interno ad essi;
2) analizzare quanto le Amministrazioni locali, le strutture associative hanno proposto e fatto per la conservazione e la valorizzazione delle emergenze archeologico industriali;
3) individuare terreni comuni di intervento a livello interregionale per individuare percorsi di finanziamento, reti, forme di associazione tra le diverse realtà per costruire itinerari del ferro interrelati tra loro, attrezzati dal punto di vista della segnaletica, della promozione, delle antenne diffuse sul territorio (postazioni che consentano di avere introduzioni alle visite e una visione d’insieme delle problematiche).
La dimensione della rete diviene in questo quadro essenziale anche per realizzare risparmi di energie e di finanziamenti.
L’obiettivo finale è l’avvio della messa a punto di un progetto integrato sui territori umbri e laziali interessati finalizzato alla patrimonializzazione e alla valorizzazione dei paesaggi e dei luoghi di produzione del ferro a fini turistici, ambientali, di tutela del territorio.

------------------------------------------------

 

Per informazioni

ing. Luciano Pieri
segretario del Centro Ricerche e Studi
c.so Umberto I, 26
01037 Ronciglione (VT)
cell. 339 2417804
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

dott. Stefano Ceccarelli
Segretario AIPAI
p.le Antonio Bosco, 3A
05100 Terni (TR)
cel. 328 8412983
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
< Prec.   Pros. >