Home arrow La Barrozza arrow Pasqua 2012 - anno XXI n. 1 arrow Parco del fiume Corno: sono quindici!

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Parco del fiume Corno: sono quindici! PDF Stampa E-mail
La Barrozza - Pasqua 2012 - anno XXI n. 1
Scritto da la Redazione   

A proposito di ambiente


 

 

 

foto Mario Peroni

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Non dimentichiamo l’impegno della Pro Ruscio e di tanti volontari, mirato a rendere sempre piu’ verde il nostro Parco. E non vogliamo passare sotto silenzio un anniversario importante: proprio durante la pasqua di quindici anni fa, furono piantati i primi alberi. Chi ha avuto la buona sorte di essere presente, ricordera’ una fredda giornata, a tratti sferzata da vento pioggia e addirittura nevischio, tutta impiegata a scavare, travasare, piantare decine di nuove piante. Non neghiamo di aver nutrito seri  dubbi che quelle gracili piantarelle potessero mai crescere e fare ombra alle nostre passeggiate. 

Ora quelle alte e vigorose piante ci insegnano una cosa, che poi e’ il “succo” di una pro loco: non servono tanti soldi, ma buone idee e tante piccole, grandi mani, guidate da un cuore generoso.

foto archivio Pro Ruscio

A quelle piante, ne seguirono molte altre, furono realizzate staccionate, tavoli, installato un piccolo parco giochi, “telescopi” per indicarci i nostri monti, tavole in ceramica per guidarci nella esplorazione del cielo stellato e una meridiana solare.

Questa e’ la nostra testimonianza di amore per Ruscio, l’ambiente e la natura, consapevoli che “chi pianta un albero non e’ vissuto invano (G. Giono)”, continueremo a prodigarci affinche’ il parco continui a prosperare e crescere.

A lavoro!

 
< Prec.   Pros. >