Home arrow Archivio News arrow Festeggiamo il 4 novembre

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Festeggiamo il 4 novembre PDF Stampa E-mail
venerdì 04 novembre 2011
Gli auguri del Presidente

II 4 novembre 1918 aveva termine il 1° conflitto mondiale - la Grande Guerra - un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l'inizio del '900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali.

La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l'Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate.

Il 4 novembre di quest'anno, in particolare, ricorre anche il 90° anniversario della tumulazione del Milite Ignoto nel sacello posto sull'Altare della Patria a Roma, Simbolo di quanti, Caduti nei conflitti di ognitempo , non hanno avuto il conforto di una sepoltura, dispersi “ in un turbine di neve, di mare, di sabbia, di ghiaccio e di fuoco “, come recita la bellissima preghiera del Caduto Senza Croce.

Con loro ricordiamo i nostri concittadini dispersi in guerra: Cicchetti Raffaele, Lotti Pietro, Bernabei Biagio, Primo Vannozzi.

E, nel nostro piccolo, desideriamo rinnovare, i ringraziamenti per quanti, oggi, indossando una divisa ci sono vicini nelle difficolta’ a tutela della salute pubblica. Un grazie ai nostri Carabinieri e alle Guardie Forestali delle Stazioni di Monteleone di Spoleto e una particolare menzione alle Guardie di Finanza che, quest’anno, nella ricorrenza del 150° della chiusura della Dogana di Ruscio, hanno onorato il nostro paese con la loro prestigiosa presenza.

Il Presidente
Vittorio Ottaviani

 
< Prec.   Pros. >