Home arrow Archivio News arrow Comunicato Stampa CEDRAV

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Comunicato Stampa CEDRAV PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
giovedì 02 dicembre 2010
Tra riti e tradizioni: il programma delle iniziative dal 5 dicembre 2010 al 29 gennaio 2011

CEDRAV
Centro per la Documentazione e la Ricerca Antropologica in Valnerina e nella Dorsale Appenninica Umbra


COMUNICATO   STAMPA

CEDRAV-SONIDUMBRA
Tra riti e tradizioni: il programma delle iniziative
dal 5 dicembre 2010 al 29 gennaio 2011

Dal 5 dicembre 2010 al 29 gennaio 2011 un susseguirsi di riti,  tradizioni e iniziative caratterizzeranno le festività natalizie in tutta la Valnerina, sia perugina che ternana, oltre che nello Spoletino.

Un ricco calendario di appuntamenti  è stato “confezionato” dal CEDRAV, il centro regionale di ricerca della Regione Umbria, e dall’Associazione “Sonidumbra – Umbria tradizioni in cammino” con l’obiettivo non solo di promuovere le varie iniziative realizzate nei singoli comuni ma anche di  creare una sorta di itinerario da seguire per approfondire tradizioni e riti che, in qualche caso,  affondano le loro radici nella notte dei tempi.

Innumerevoli  le iniziative che  spaziano dai concerti ai mercatini di Natale, dai presepi artistici ai riti tradizionali come i falò, dai presepi viventi ai canti di questuanti, dalle conferenze ai laboratori didattici coinvolgendo comuni ricompresi tra Terni e Norcia, tra Poggiodomo e Preci.

“Per la prima volta – spiega il direttore del CEDRAV  Dr Fulvio Porena – abbiamo voluto creare un calendario unico delle iniziative che in Valnerina  hanno come elemento di unione la tradizione e, chiunque lo vorrà,  sul sito dell’ente (www.cedrav.org),  potrà approfondire gli aspetti legati ai singoli eventi”.

Si parte il 5 dicembre da San Sabino (Spoleto) con la distribuzione di pani benedetti in onore del santo e da Monteleone di Spoleto con la distribuzione di farro benedetto in onore di S. Nicola.

L’8 dicembre a Cascia è prevista l’inaugurazione del circuito dei presepi artistici mentre il 9 dicembre a Norcia si ripete la tradizione dei Faoni con l’accensione di falò  in ricordo dei fuochi accesi dalla popolazione per illuminare il cammino degli angeli che trasportarono la casa della Madonna da Nazaret, allora occupata dai mussulmani, a Loreto.

Il 10 dicembre ad Arrone sarà una giornata di riflessione dedicata ai diritti umani mentre il 13 dicembre, a Monterivoso (Ferentillo), in occasione della festa di Santa Lucia, avrà luogo la distribuzione di ciambelle benedette.

A Vallo di Nera la giornata del 19 dicembre sarà interamente dedicata al mercatino di natale e ad un approfondimento nella Casa dei Racconti.

A Terni, il 20 dicembre, ci sarà un approfondimento tematico sui riti e le tradizioni da San Nicola a Sant’Antonio con zampogne, pasquarelle e altre creanze. Lezioni-concerti si terranno nelle scuole di Scheggino, Sant’Anatolia di Narco e Vallo di Nera il 21 dicembre.

A Poggiodomo, la notte della vigilia, ossia il 24 dicembre, verrà acceso un grande fuoco nella piazza, il cosiddetto “Focone” mentre a Preci si terrà la rappresentazione vivente della Natività presso l’Abbazia di S. Eutizio. Dal 26 dicembre presepi viventi avranno luogo anche ad Arrone, Cerreto di Spoleto e Avendita di Cascia. Il 28 dicembre, a Sellano, la tradizionale fiera degli Innocenti sarà anche una buona occasione per approfondire tematiche legate ai canti dei pasquarellari.

A Cerreto il 2 gennaio 2011, in occasione della fiera della Befana, Sonidumbra terrà un concerto mentre nel periodo dell’Epifania (dal 2 al 6 gennaio) in tutta la Valnerina sarà possibile imbattersi nei canti di questa itineranti denominati Pasquarelle.  A Sant’Anatolia di Narco, nei laboratori del Museo della Canapa, sarà possibile in questo periodo partecipare ad una simpatica iniziativa: i bambini potranno realizzare personalmente  la calza della Befana.

In particolare, inoltre,  il 3 gennaio a Castelluccio di Norcia avrà luogo la questua delle “zampette di maiale”; il 5 gennaio a  Castellonalto (Ferentillo) il canto rituale delle anime purganti mentre a Scheggino la questua dei bambini con la “calza”.

A conclusione delle festività, il 6 gennaio 2011, si potrà assistere a Miranda (Terni) allo spegnimento della Stella più grande del mondo mentre in tutta la Valnerina, il 17 gennaio, in occasione della festa di S. Antonio avrà luogo la tradizionale benedizione degli animali.

Dulcis in fundo, a Cascia, il 23 gennaio, nel corso della rassegna delle Pasquarelle si esibiranno i gruppi organizzati di pasquarellari.

Cerreto di Spoleto, 2 dicembre 2010

 
< Prec.   Pros. >