Home arrow La Barrozza arrow Pasqua 2010 - anno XIX n. 1 arrow Asilo, si parte! Primo passo del Comitato Pro Asilo

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Asilo, si parte! Primo passo del Comitato Pro Asilo PDF Stampa E-mail
La Barrozza - Pasqua 2010 - anno XIX n. 1
Scritto da Renato Peroni   

Come molti di voi ricorderanno, nell’agosto 2008 si costituì, mediante una raccolta di firme,(sono stati 38 i sottoscrittori), il “Comitato per l’Asilo di Ruscio”, nato con il proposito di restaurare e recuperare all’uso della comunità di Ruscio, lo stabile dell’Asilo, per consentire la realizzazione di un punto di incontro per gli abitanti di Ruscio, da utilizzarsi anche durante l’inverno,  in occasione di manifestazioni culturali e ricreative.

Tale costruzione si realizzò grazie alla volontà di Don Sestilio Silvestri, Parroco della Parrocchia della Madonna Addolorata di Ruscio  da poco costituita, che, interpretando le esigenze della popolazione, con riguardo soprattutto ai bambini più piccoli, volle realizzare, intorno ai primi anni ’50 del secolo scorso, un asilo per la prima educazione dell’infanzia di Ruscio.

Con solerzia tipica del suo carattere deciso e pratico, si rivolse ai compaesani, residenti e oriundi (anche d’oltre oceano) per sensibilizzarli al suo progetto che fu immediatamente condiviso dalla popolazione e furono molti che, volontariamente e gratuitamente, donarono denaro, terreno, materiali e, perfino, ore del proprio lavoro fisico, necessario alla realizzazione dell’edificio, come testimonia la pergamena che lo stesso Don Sestilio realizzò a perpetua memoria della collaborazione dei cittadini e ancor oggi gelosamente conservata.

Venuta meno col tempo l’esigenza di un asilo nella frazione di Ruscio, essendosi costituito nel frattempo quello comunale a Monteleone, l’edificio, dopo sporadici tentativi di usarlo per finalità lavorative (ceramica), da diverso tempo resta inutilizzato e, ormai, in uno stato di completo abbandono alle intemperie, rischia di diventare un inutile rudere collocato al centro del Paese.

Gli attuali cittadini, residenti e oriundi,  pertanto, riunendosi in Comitato, con la loro sottoscrizione hanno inteso sensibilizzare la popolazione tutta al problema per evitare che un’opera realizzata dai propri nonni e genitori finisse nel nulla e hanno messo in atto una serie di attività preliminari con proposte che dovrebbero portare al recupero funzionale dello stabile.

Riteniamo sia giunto il momento di passare dalle parole ai fatti: non permettiamo che la fatica dei nostri nonni e padri venga sprecata!!!

Alcuni componenti del Comitato “Pro Asilo di Ruscio”, dopo una serie di incontri con le Autorità Comunali e Ecclesiastiche, utile al fine di definire l’annosa questione della proprieta’ del bene e del terreno, hanno individuato la fattibilità di un progetto che ritengono opportuno sottoporre all’attenzione della popolazione per verificare la reale e concreta possibilità di  partire, finalmente,  con la fase vera e propria del recupero.

 I punti salienti dell’attività di alcuni componenti del Comitato sono stati:

- Il Consiglio Comunale, nella riunione del 12 febbraio 2010, ha deliberato di riconoscere la proprietà dell’immobile alla Curia Vescovile come pertinenza della ex Parrocchia della Madonna Addolorata;
- La Curia Vescovile, nell’incontro avvenuto a Spoleto alla presenza di Don Camillo, in data 15/02/2010, ha convenuto di costituire un contratto di Comodato d’uso gratuito per 50 anni con la Pro Ruscio (Ente con personalità giuridica) a condizione che si proceda alla sistemazione dell’edificio da destinare all’utilizzo sociale dell’intera comunità di Ruscio
- Sono in corso le pratiche tecnico-giuridiche per la definizione degli accordi;
- La Pro Ruscio ha deliberato un contributo  di 2.000 Euro annuo per 10 anni e di dare supporto e assistenza durante tutte le fasi realizzative;
- La gestione dell’utilizzo dell’immobile sarà disciplinata da apposite regole alla cui osservanza sarà demandato il Comitato “PRO ASILO”.

 

Inoltre, per finanziare l’intera opera di restauro dell’edificio, si è pensato di costituire un Comitato “PRO ASILO” al quale iscriversi attraverso la emissione di azioni “PRO ASILO” del valore  di 300 Euro. La sottoscrizione delle azioni  è “una tantum” ed a fondo perduto.

I sottoscrittori delle azioni avranno diritto, oltre all’attestato rilasciato all’atto della sottoscrizione,  alla citazione del proprio nominativo (o in ricordo di un congiunto) su una pergamena che verrà esposta all’interno dell’asilo insieme alla pergamena  realizzata da Don Sestilio a ricordo di quanti hanno partecipato alla nuova realizzazione, con opere, lavoro e offerte.

A questa attività siamo tutti, fattivamente chiamati, per conservare a Ruscio un bene tanto prezioso per l’intera  collettività.

A cura del Comitato e con la collaborazione della Pro Ruscio, in questi giorni sono state spedite circa 250 lettere ai promotori del  Comitato, ai Residenti e ai Soci della Pro Ruscio, per invitare tutti ad una riunione che si terra’ a Ruscio il prossimo 5 aprile – ore 11.00, giorno di Pasquetta presso la sede della Pro Ruscio.

In quella occasione verrà esplicitato il progetto di massima e le modalità per la inevitabile raccolta di fondi a cui tutti siamo inviati a partecipare con generosità.

Renato Peroni

 
Pros. >