Home arrow Archivio News arrow Festa della Candelora: 2 febbraio

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Festa della Candelora: 2 febbraio PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News

Festa della Candelora
2 Febbraio

La festa celebra la presentazione di Gesù al Tempio da parte di Maria ed avviene 40 giorni dopo il Natale.

Popolarmente e' chiamata festa della Candelora, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti", come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi.

Durante la cerimonia religiosa il parroco distribuisce delle candele a tutti i fedeli e le benedice. Successivamente si organizza all'interno della chiesa una breve processione verso l'altare. La candelina ricevuta durata la Santa Messa viene poi portata a casa dai fedeli che la conserveranno per un anno.

In occasione della festa della Croce (3 maggio) venivano piantate nei campi coltivati, delle croci di legno, una tradizione radicata in tutta la Valnerina era quella di mettere, a protezione dalla grandine, un piccolo pezzo della candelina della candelora all'incrocio dei due pezzi di legno della croce.

 
< Prec.   Pros. >