IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Estate rusciara PDF Stampa E-mail
La Barrozza - Natale 2009 - anno XVIII n. 3
Scritto da Pierpaolo Vannozzi   


La vera protagonista dell'estate rusciara è stata la nuova "piazzetta" sistemata a regola d'arte nell'area antistante la Sede Sociale. Finalmente anche il nostro paese si è dotato di uno spazio aggregativo, quella "piazza" che è un po' la caratteristica della maggior parte dei paesi italiani e che da noi manca.

Lo spazio, sistemato dal Comune di Monteleone di Spoleto, grazie ad un progetto presentato dalla Pro Ruscio e finanziato dalla Regione Umbria, ha risposto in pieno alle aspettative.
E' diventato il centro di tutte le attività che la Pro Ruscio ha organizzato e anche degli eventi legati alla festa del Paese. E questo anche grazie alla sempre pronta e massiccia partecipazione di soci e sostenitori che hanno dato una mano a portare a termine quelle opere (sistemazione impianto di illuminazione, verniciatura del ballatoio della scuola e quant'altro) inspiegabilmente rimaste a metà (come malo modo e costume italiano!!) per renderla fruibile nel periodo di massima presenza nel paese.
 
Musica, balli, proiezioni cinematografiche, karaoke, cene e salsiccie si sono susseguite ed hanno riempito il cartellone estivo. La vicinanza con i locali della Sede Sociale ha permesso l'utilizzo dei materiali ivi riposti (luci, amplificatori, sedie, tavoli etc.) che sono serviti come supporto logistico alle diverse manifestazioni.
Utilissimi poi si sono rivelati i grandi tavoli di legno, posizionati in modo diverso a secondo dell'esigenza.
 
Ed in questo confortevole spazio è successo di tutto!!!
 
Il concerto di Spillo quest'anno dedicato a Claudio Baglioni. Un lungo excursus di canzoni del cantautore romano sapientemente accompagnato da immagini, foto e video dell' epoca interpretate dalla voce di Andrea e da tre formidabili coriste, Lavinia, Francesca e Letizia, impeccabili nella voce e nelle sfavillanti mise in bianco e nero. E nel backstage l'ausilio prezioso di Dario e Mario, oramai collaudatissimi tecnici del suono.
 
E poi l'Happy Hour (pubblicheremo nel prossimo numero le ricette sulla creazione dei cocktail) una novità per Ruscio che si è uniformato a quella sorta di rito collettivo che dalle ore 19.00 anima le serate dei locali trendy della Capitale e delle grandi città, dove la gente ed i ragazzi si radunano per stare insieme, raccontarsi le ultime news, assaggiare nuovi cocktail e mangiucchiare qualcosa.

Grazie ai barman Alberto, Valentina, Cecilia e Flaminia sono stati serviti 206 aperitivi (tutti rigorosamente analcolici) accompagnati da sfizi del forno di Armando, insalate di riso, cous cous di Simona, Salvatore, Gloria e delle Paole, oltre al ghiaccio (assolutamtne imprescindibile per un cocktail!!) sfornato (si fa per dire!!) dal frizer di Benedetta.
 
Le serate sono poi continuate con la mostra dedicata ai trent'anni dello spettacoli "NA STORIA DE ROMA". I copioni originali appesi alle pareti, le canzoni improvvisate, i ricordi che affioravano guardando i magnifici ingrandimenti fotografici elaborati da Sergio Occhiuzzo ci hanno permesso di rivivere quel "momento di gloria" tutto nostro ma che allora, come oggi, abbiamo voluto ricordare il compagnia di tutti coloro che allora c'erano (a proposito qualcuno mi ha ricordato che il prossimo anno ricorre il quarantennale della prima edizione dei balletti di Suor Geltrude realizzati proprio nel vecchio giardino della Scuola elementare il giorno della festa del 1970: se qualcuno ricorda i passi, le musiche si potrebbe anche ............. chissà!!).
 
La gara di Karaoke, invece, non ha avuto niente da invidiare al più famoso X FACTOR della televisione.
Tra cantanti agguerriti e giudici di livello, si sono alternate le esibizioni di voci alcune volte sensazionali, incoraggiate da un pubblico attento a cogliere la sfumatura musicale e da Antonio, Cesare ed Andrea che hanno animato in modo imparziale la serata.
 
E poi la cena sociale!! 320 erano i coperti allestiti e tutti i partecipanti hanno trovato posto sui tavoli apparecchiati (alcuni dei quali gentilmente prestati dalla Pro Trivio) per gustare una gradevole amatriciana preparata da Maddalena.

 E' sempre gradevolissimo vedere il passaggio di piatti stracolmi di ogni tipo di cibo per assaggini e di bicchieri per accompagnare vini, liquori e digestivi finali. Il grande barbecue (realizzato sempre nel contesto della sistemazione della piazza) è rimasto acceso fino a tardi e tutti hanno potuto  preparare bruschette e carne. Lo stesso barbecue è stato acceso ed utilizzato anche in altre serate dai giovani e meno giovani che hanno così potuto stare insieme nella nuova area.

E poi le Rusciadi che confermano il loro primato di longevità, presentandosi sempre come una grande festa per grandi e piccini (sono sempre tanti i bambini a Ruscio!!) e il tradizionale torneo di calcio, con le squadre sempre più agguerrite, vinto quest'anno dalla squadra di Ruscio che ha potuto così aggiungere il proprio nome sull'albo d'oro della manifestazione.
 
Non voglio inoltre dimenticare la passeggiata con annessa spaghettata alla Madonna delle Grazie promossa da Marco Ventura. Quando ero giovane questi itinerari nel verde erano il nostro pane quotidiano.
 
Oggi, purtroppo, specialmente da parte delle nuove generazioni, si è perso questo spirito di avventura e pochi sono rimasti quelli che conoscono stradeE' un peccato perchè di posti belli, incontaminati ce ne sono veramente molti e così facendo rischiamo di perdere il contatto e la conoscenza della natura che ci circonda. Insieme siamo stati anche durante il Nutella Party, organizzato nel Parco del Corno, che a 12 anni dalla sua realizzazione è una realtà sempre più importante nel nostro Paese (altri alberi sono stati messi a dimora nel mese di dicembre grazie anche alla collaborazione preziosa di Daniele!). 
 
Due parole inoltre permettetemi sulla festa dell'Addolorata. Gradevolissima nella sua semplicità che ha permesso di riscoprire anche vecchi momenti della pura tradizione rusciara, come gli archi di foglie che hanno addobbato il paese e lo slargo antistante la chiesa.

Specie i più giovani, infatti, non sapevano a cosa fossero e la ragione delle stesse. Purtroppo una pioggia di 10 minuti  ha guastato il mercatino ed il concerto della banda realizzato del pomeriggio!! comunque il resto è continuato come da collaudatissimo copione. 
 
A tutti un grazie: a chi ha organizzato ma anche e soprattutto a chi ha partecipato. Vedere tanta gente che prende parte alle manifestazioni è di buon auspicio e di certo invita ad andare avanti sulla strada intrapresa. L'invito è sempre quello: continuiamo a stare insieme, lavorare e vivere in serenità questi momenti dove ritroviamo gli amici di sempre. Momenti belli che ci accompagneranno ovunque saremo ....................... anche nella lontana Finlandia!!
 
Pier Paolo.

 
< Prec.   Pros. >