Home arrow Archivio News arrow Ruscio in lutto

IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Ruscio in lutto PDF Stampa E-mail
Novita' da Ruscio - News
sabato 12 dicembre 2009
           U

Ieri, 11 dicembre 2009, ci ha lasciato Claudio Di Cesare.

Alla famiglia giungano le piu’ sentite condoglianze del Comitato Direttivo e dei Soci tutti della Associazione Pro Ruscio.

Ci piace ricordare la sua figura, brevemente, riportando quanto pubblicato nel VI Quaderno di Ruscio, che trattava le piccole, grandi storie del lavoro dei Rusciani.

“Anche Claudio, secondo figlio maschio dopo Francesco e prima di Sergio, trae origine della sua attività dal padre Giuseppe, iniziando a lavorare da giovanissimo nel negozio di carbone e legna di Via Taranto 88.

Quando il negozio “storico” di Via Taranto venne chiuso, Claudio, appassionato di pugilato, aprì anche una palestra per avviare i giovani a tale sport; esperienza questa di breve durata che tuttavia dimostra lo spirito intraprendente del nostro personaggio. Acquistato successivamente un terreno in via S. Sebastiano, insieme al padre e ai due fratelli venne aperto un magazzino-deposito di Carbone e legna.

Quando nel 1973 i fratelli Francesco e Sergio avviarono per loro conto una autonoma attività, sempre nel settore del riscaldamento, Claudio continuò con il padre la gestione del magazzino per la vendita di carbone e legna per il riscaldamento e per la fornitura ai ristoranti.

Venuto meno il padre Giuseppe, Claudio continuò la gestione del magazzino con la collaborazione della moglie Chiarina, “Lilla”, e le figlie Claudia, Paola e Roberta, che sono tuttora impegnate nell’attività.”

 
< Prec.   Pros. >