IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
Rusciani al lavoro PDF Stampa E-mail
I Quaderni di Ruscio - Chiesa della Madonna Addolorata - Ruscio a lavoro

RUSCIANI IN ATTIVITA’

Le pagine che seguono normalmente vengono dedicate agli annunci pubblicitari per evidenziare le attività degli SPONSOR che, grazie anche al loro contributo in denaro, consentono di mantenere viva la tradizione dei festeggiamenti in onore della Madonna Addolorata di Ruscio.

Ovviamente non possiamo sottrarci da questo compito per comprensibili motivi di bilancio della festa, ma, senza ricorrere alla solita caccia indiscriminata al contributo, questa volta il Comitato dei festeggiamenti ha voluto coinvolgere soltanto i RUSCIANI che attualmente svolgono attività, sia a Ruscio che a Roma, nei diversi settori del commercio e che si sentono fortemente legati alla loro terra di origine e dalle cui radici hanno tratto quel senso di sana laboriosità , di costante volontà e di decisa determinazione nel costruire  il loro successo nel lavoro e nella vita.

Nei vari anni, soprattutto quelli a cavallo tra le due guerre mondiali, numerosi rusciani si sono visti costretti a cercare lavoro lontano dalla loro terra nativa con grandi sacrifici economici, restando per lunghi periodi lontano dai propri famigliari, e creando , nelle nuove destinazioni, con la loro laboriosità,  aziende e attività commerciali. Altri invece hanno continuato ad operare sul territorio con grande perseveranza e sacrificio raggiungendo, in alcuni casi, un certo successo economico con le loro aziende a volte create dal nulla.

A questo fatto sono legate numerose famiglie di Ruscio: Agabiti, Alfonsi, Allegretti, Angelini, Belli, Bernabei, Carassai, Cardilli, Cicchetti, Colapicchioni, Di Cesare, Di Domenico, Dolci, Gervasoni, Giovannetti, Lotti, Marchegiani, Marchetti, Perelli, Peroni, Poli, Reali, Rosati, Salamandra, Tedeschi, Vannozzi.

Le attività nel tempo aperte dai rusciani a Roma sono state tantissime, soprattutto nel settore della vendita del carbone e legna da ardere che si sono successivamente ampliate alla vendita di casalinghi, di articoli da regalo, di ferramenta, di vernici, di materiale elettrico e di altri articoli similari; alti si sono ampliati nella gestione di impianti di riscaldamento e nella distribuzione del relativo gasolio.
Il carbone vegetale sostituito dalle bombole di gas è rimasto solo per gli amanti del “barbecue” e l’introduzione del gasolio al posto della legna e del carbone per il riscaldamento ha determinato il definitivo abbandono dell’attività da parte di molti rusciani con la chiusura, a detta di Carlo Cicchetti che li ha censiti, di circa 140 negozi di carbone.

La nostra piccola, e per nulla pretenziosa, ricerca si propone di mantenere vive le origini e il legame con Ruscio di quanti sono stati costretti dagli eventi a lasciare il paese nativo e, senza rinnegare le radici che li legano ancora agli usi e costumi del loro paese, continuando a lavorare a Roma vogliono però mantenere viva la tradizionale festa della Madonna Addolorata che costituiva (e dovrà costituire sempre) un sincero e devoto omaggio alla Madonna e nello stesso tempo  un momento di ritorno alle proprie case native  e di sano, gioioso e amichevole incontro con i paesani.

Ai padri  e ai loro eredi, continuatori delle attività a loro tramandate, sono, appunto, dedicate le pagine che seguono nelle quali, in ordine sparso, abbiamo voluto riportare le brevi notizie della loro storia e delle origine delle loro occupazioni lavorative, fornite dagli stessi interessati nelle brevi e fugaci visite, oltre ad alcune foto realizzate nel pieno delle loro attività.

Nel ringraziare sentitamente quanti hanno accettato questa nostra iniziativa, ci scusiamo in anticipo per eventuali errori e dimenticanze nella trascrizione di quanto rilevato durante le veloci interviste e soprattutto ci scusiamo con coloro che, pur avendone diritto, non sono stati contattati e citati in questo volumetto: il limite di spazio e di tempo a nostra disposizione è stato tiranno e ci ha impedito di rendere completo il nostro lavoro interessando, come avremmo voluto, tutti i compaesani che attualmente gestiscono attività commerciali a Ruscio e a Roma.

Confidiamo vivamente nei Comitati  dei festeggiamenti della Madonna Addolorata dei prossimi anni perché vogliano assumere il compito di rendere più ampia e approfondita questa nostra prima ricerca anche con le notizie dei tanti Rusciani che nel tempo passato hanno avviato attività commerciali a Roma e che, successivamente, sono state chiuse dai loro eredi che hanno scelto altre strade lavorative.
Il Comitato dei festeggiamenti 2009 in onore della Madonna Addolorata di Ruscio
 
 …
PERONI MASSIMO Via Oslavia, 56 Roma tel. 06 3612559
Negozio di carbone, legna, gas-bombole, stufe per il riscaldamento e attrezzature per il campeggio.
Massimo figlio di Armando (“Er Capone”) è l’ultimo dei Peroni di Ruscio ,carbonai di Via Paolo Emilio 17 a Roma, a resistere nell’attività commerciale e continuare così la tradizione di famiglia iniziata dal nonno Paolo Peroni. e dai suo figli Augusto, Alessandro, Marco, Armando e Romano che tanta influenza ebbe, negli anni a cavallo dell’ultima guerra, anche nei riguardi dell’avvio al lavoro a Roma di molti compaesani nell’attività del carbone e legna.
Il negozio  in via Oslavia è quello storico, rimasto quasi inalterato e ancora punto di riferimento per la vendita di ottimo carbone vegetale per le grigliate (ora in buste sigillate) e rifornire di carbone, di bombole di gas e di legna per caminetto, le numerose ville del Flaminio, del Foro Italico e della via Cassia.
La crescita commerciale ha spinto Massimo, coadiuvato dalla consorte Marilena ed oggi anche dal figlio Cristiano, ad ampliare il mercato della sua offerta aprendo, a fianco dell’originario negozio di carbone e legna, una attività per la vendita di attrezzature da campeggio e materassi a molle di grande qualità.
                                     
GIULIANA PAOLETTI IN CICCHETTI Ruscio di Monteleone di Spoleto tel. 0743 755863
Azienda Agricola per la produzione del FARRO
La tradizione della coltivazione e produzione del farro della famiglia Cicchetti è stata ripresa anche da Giuliana Paoletti, moglie di Carlo Cicchetti, con la realizzazione di una azienda capace di coltivare, selezionare, produrre e confezionare l’ottimo farro di Ruscio. L’azienda si avvale di complicati ma efficienti macchinari per la pulitura, la separazione ed il confezionamento dei diversi prodotti a base di farro che distribuisce in tutta Italia con ottimo successo commerciale. Anche i figli Luca e Francesco collaborano all’attività dell’azienda nella lavorazione dei campi, nella semina e mietitura del farro e in tutte le successive lavorazioni per arrivare al prodotto finito da commercializzare.

            AURELIO E ANTONIA VANNOZZI Ruscio di Monteleone di Spoleto tel. 0743 70153
Esposizione di mobili ed elettrodomestici
Parlare di Attilio Vannozzi a Monteleone era riferirsi al sarto e al barbiere che aveva iniziato la sua attività nel lontano 1930. Coadiuvato dalla moglie, anch’essa sarta, andava via via ampliando l’attività con l’apertura di una merceria e successivamente con attività aggiuntive di vendita di gas in bombole e di fornelli per cucinare introducendo anche a Monteleone le prime note di modernità.
Nel 1963 i figli Aurelio e Antonia, sull’onda dello spirito d’impresa dimostrato dai genitori, iniziavano a Monteleone l’attività di vendita di mobili e di elettrodomestici.
Dieci anni dopo, intorno a 1973 acquistavano a Ruscio un ampio terreno lungo la strada provinciale Leonessa-Cascia per costruirci una grande struttura per l’esposizione di mobili di ogni stile e di moderni e tecnologici elettrodomestici e per svolgere, tuttora con successo, l’attività di vendita.
All’azienda hanno successivamente collaborato, una volta terminati gli studi, anche i figli Attilio, Andrea, Adarita e Silvia per dare continuità e nuovo impulso all’attività commerciale iniziata dai propri genitori.

        PALMIRA E PIETRO MARCHETTI Ruscio di Monteleone di Spoleto Tel. 0743 70111
Bar, Ristorante e affittacamere appartamenti  vacanza
Quando la strada “romana” era bianca e polverosa, si arrivava a Ruscio con la corriera che si fermava da  Nina (Caterina Marchetti), il primo negozio di ristoro e di vendita di alimentari a Ruscio vicino alla Mola dei Gervasoni. Alla conduzione dell’attività, nel 1947 subentra Luigi Marchetti, per tutti Gigetto, che, insieme alla moglie Paolina, apre l’osteria “da Gigetto”. Divenuti grandi i figli Giuseppina”Pina” e Pietro proseguono nelle varie attività commerciali ampliando il negozio di alimentari e aprendo una macelleria.
Sposata con Silvio Cioccolini, Pina continua la gestione del negozio di alimentari (oggi chiuso con grande rimpianto dei rusciani) mentre Pietro, insieme alla moglie Palmira, con grandi sacrifici, ampliano l’attività aprendo un bar e un ristorante, mantenendo il nome paterno “da Gigetto”, che diventa un punto di riferimento per tutti gli abitanti di Ruscio e per i numerosi villeggianti e viaggiatori occasionali, acquistando notorietà tanto da essere citato nel “Gambero rozzo” come trattoria che fornisce piatti semplici ma caratteristici e tipici del territorio. Oggi, in virtù della collaborazione dei figli Rita e Luigi, l’attività si è ulteriormente ampliata con l’affitto di piccoli ma attrezzati appartamenti per la vacanza.


               GIANCARLO E ROSANNA SALVATI Ruscio di Monteleone di Spoleto
Ristorante “La biga”
Intorno agli anni 1970, Luigia Vannozzi in Perelli (per tutti Gigia), con molta intraprendenza e con grande fiuto del commercio, apriva a Ruscio, lungo la strada provinciale Leonessa-Cascia, un “chioschetto” per la vendita di pizzette e bevande che diveniva in poco tempo il punto di ritrovo preferito da tutti i ragazzi di Ruscio soprattutto nel periodo estivo.
Coadiuvata dal marito Amedeo e crescendo l’attività Gigia ampliava via via il locale costruendo un vero edificio dove andava ad abitare e aprendo nei locali sottostanti il ristorante “Mare e Monti” con annesso bar. Nel periodo estivo affittava alcune stanze per le vacanze.
Con la morte di Gigia il ristorante,dopo alterne vicende, è oggi gestito con il nome  “la biga” dagli attuali gestori Giancarlo Salvati e la moglie Rosanna che, in cucina, elabora semplici ma caratteristici piatti della zona .e realizzando gustose e appetitose pizze napoletane.
            
GIULIO ROSATI  Ruscio di Monteleone di Spoleto
Stazione di servizio per carburanti
Nel 1971 i fratelli Giovanni e Luigi Rosati, con intelligente previsione dell’incremento del traffico nella zona, facevano installare un distributore di carburanti lungo la strada provinciale Leonessa-Cascia divenendo la prima ed unica pompa di benzina del territorio.
Fu un avvenimento molto importante per gli operatori di Monteleone e dei Comuni limitrofi che si videro agevolati nei rifornimenti dei propri mezzi contribuendo in tal modo allo sviluppo dell’economia locale.
Successivamente Giulio, figlio di Luigi, si è inserito nella gestione della Stazione di servizio continuando nell’attività del padre e dello zio, ampliandone l‘offerta con l’installazione di un impianto di distribuzione di gas GPL  In tempi più recenti, con la collaborazione anche della moglie Alessia, ha ampliato l’esercizio con la realizzazione di locali per Bar e per il ristoro dei viaggiatori di prossima apertura, con l’intenzione, stante l’investimento fatto, di fornire un servizio di alta qualità alla clientela.

       CARLO CICCHETTI Via dei Banchi Vecchi 147 Roma tel. 06 6869190
Negozio di casalinghi, stufe da riscaldamento e bombole di Gas
Nel lontano 5 Novembre 1946 Carlo Cicchetti lasciò Ruscio per essere accolto nella casa di Enrico Lotti, Presidente dei Carbonai di Roma ed iniziò a lavorare alle sue dipendenze. Da allora per diversi anni, soprattutto nella stagione invernale, partiva da Ruscio per andare a lavorare a Roma, presso i negozi di carbone di vari paesani acquistando competenza  nel settore.
Nel 1959 lasciò Ruscio per stabilirsi definitivamente a Roma continuando a lavorare nell’ambiente dei carbonai;  nel 1962 ha deciso di mettersi in proprio, coadiuvato dalla sorella Nena, operando nell’attività di vendita del carbone e delle bombole di gas nel suo primo negozio di Via del Pellegrino 125.
Nel 1985,  trasferì l’attività in Via dei Banchi Vecchi 147 dove lavora ancora oggi, coadiuvato dalla moglie Iolanda e dal figlio Renato, ampliando l’esercizio con la attività di casalinghi, ferramenta e materiale elettrico, senza abbandonare però la tradizionale vendita di carbone e legna, delle stufe per il riscaldamento e delle bombole di gas, mantenendo l’insegna del negozio con la scritta “CARBONERIA”.

       GIAMPAOLO ED ELEONORA PERONI Piazza dell’Unità 29 Roma tel. 06 3210852/3
Negozio di casalinghi, articoli per la cucina e distribuzione di bombole di gas.
Dei figli di Giovanni Peroni, “Mappa”, fu Carlo che per primo, nel 1948,  lasciò Ruscio per recarsi a Roma a rilevare in gestione il negozio di carbone e legna di Piazza dell’Unità, affrontando enormi sacrifici e soprattutto risentendo della lontananza della famiglia e dei fratelli rimasti al paese.
Ma con grande volontà, impegno  e determinazione riuscì ad affrontare e superare ogni difficoltà, rilevando l’esercizio e, con l’avvento delle bombole a gas, ampliando la propria attività al punto di richiedere la collaborazione del fratello Vittorio che si trasferì a Roma per inserirsi nell’azienda rilevata  più tardi quando Carlo si trasferì a Pomezia per aprire una nuova attività sempre nel medesimo settore.
Oggi, dopo la scomparsa di Vittorio, i figli Giampaolo ed Eleonora continuano l’attività paterna  nel tradizionale negozio di Piazza dell’Unità, ampliandone l’attività nella vendita di casalinghi e soprattutto di articoli specializzati  per la cucina tanto da diventare punto di riferimento per gli operatori del settore e per gli amanti del buon cucinare.
L’attività della vendita delle bombole di gas viene svolta dal magazzino di Via Salaria 1321 dal quale, attraverso una organizzata rete di distribuzione, riescono a servire tutta Roma.                                                
 
ANGELO COLAPICCHIONI Via Tacito 78 Tel. 06 39724587 3215405
Negozio Panificio tradizionale
Nel 1934 Marco Colapicchioni, padre di Angelo, iniziava la sua attività lavorativa nella panificazione aprendo in Via Vitelleschi, un negozio di drogheria – panetteria.
Con l’inserimento del figlio nell’azienda l’attività veniva trasferita in Via Properzio 23 dove Angelo acquisiva i segreti del mestiere dimostrando grande interesse e attitudine nella gestione dell’attività;  recentemente Angelo ha riattivato il negozio, realizzando così un suo vecchio sogno, dove propone alla selezionata clientela tutte le specialità della casa.
Sempre più appassionato nel lavoro che intendeva sviluppare, nel 1977 Angelo rilevava un tradizionale panificio in via Tacito con l’intento di rielaborare l’offerta di prodotti della panificazione,  di elevarne la qualità e soprattutto di introdurre sul mercato nuovi prodotti.
La sua passione lo spinge continuamente a ricercare ricette tradizionali per la produzione di prodotti tipici romani come il PANGIALL’ORO, evoluzione del classico pangiallo romano e il PAN PEPATO IMPERIALE, brevettati  nei maggiori paesi del mondo e prodotti tutto l’anno.
Oltre a diversi dipendenti, abili operatori nella panificazione, nell’attività coadiuva la moglie Fausta.
Angelo Colapicchioni, per la sua attività commerciale e soprattutto per aver contribuito a valorizzare la panificazione a Roma, è stato più volte premiato con medaglie d’oro per il commercio e per la qualità dei prodotti realizzati ed è stato insignito “maestro dell’artigianato” dal Sindaco di Roma Walter Veltroni.
             .
BRIGIDA PERELLI E MAURIZIO BOCCADORI Via Angelo Ranucci 14 Roma tel 06 393777949
Negozio di ferramenta, vernici e materiale elettrico
Con orgoglio Brigida mostra la foto del primo negozio in via della cava aurelia 37 (sulla soglia del quale è ritratta lei piccolina) aperto il primo Aprile 1959 dal padre Mario e dalla madre Liliana dal quale hanno avuto origine le fortune commerciali delle sorelle Perelli a Roma
Nel  1989, sulla scia dell’attività paterna, Brigida insieme al marito Maurizio hanno aperto in Via Angelo Ranucci 14 un negozio per la vendita di articoli di ferramenta, di vernici e di materiale elettrico.
All’attività di vendita, oltre a Brigida e Maurizio, coniugi affiatatissimi nella gestione della clientela, partecipa anche Franco Perelli con una collaborazione datata da oltre 14 anni.
Negli ultimi due anni, con l’inserimento in azienda del figlio Mirko, l’attività è stata ampliata con la gestione delle serrature e aperture di porte.

     TERESA PERELLI Via Gregorio VII, 103 Roma tel  06 6383679
Negozio di casalinghi e articoli da regalo. Mobili da cucina e accessori da bagno.
Mario Perelli e la moglie Liliana Agabiti il primo Aprile 1959, partito da Ruscio, aprì a Roma in via della cava aurelia 37 un negozio di carbone e legna con il quale ha iniziato, con grandi sacrifici ma con perseveranza ed entusiasmo, la sua avventura lavorativa romana.
Nel 1970, avendo esigenze di ampliare la sua attività con la vendita di ferramenta e vernici si è spostato al n. 147 della stessa via dove è rimasto sino al 1987 anno in cui, ampliando ulteriormente la sua attività, si è spostato in via Angelo Ranucci 12, dando così via, con la collaborazione della moglie e delle figlie, alla apertura di vari punti di vendita.
Nel 1976 la figlia Teresa, continuando la strada intrapresa dal padre, ha aperto un negozio di casalinghi in via Gregorio VII , 103 dove attualmente svolge la sua attività di vendita 
Avendo esigenze di ampliare i suoi locali per l’esposizione della merce, ha aperto un nuovo negozio in via della cava aurelia , 149 per la vendita di casalinghi e articoli da regalo e due ulteriori punti di vendita in via dell’argilla 5 e 11 per l’offerta di mobili per cucine e accessori da bagno divenendo, in tal modo,  un importante punto di riferimento per gli abitanti del quartiere.

CINZIA PERELLI Via S. Silverio 37 Roma tel 06 39918231
Negozio “Emporio” di articoli per la casa
Anche Cinzia ha collaborato, a partire dal 1984, nella gestione dei vari punti vendita aperti dai genitori a Roma, soprattutto coadiuvando Mario e Liliana nel negozio di casalinghi ed articoli da regalo in via S. Silverio 37 dove tuttora svolge la sua attività.
Proprio quest’anno due avvenimenti importanti per la famiglia Pereli: la ricorrenza del cinquantesimo delle nozze di Mario e Liliana, gioiosamente celebrate a Ruscio alla presenza del Vescovo Gino Reali e con grande partecipazione dei figli (che celebravano anche il loro anniversario di matrimonio), dei nipoti e di tanti parenti, e la ricorrenza del cinquantesimo di inizio attività a Roma.
Per la peculiarità della clientela del quartiere, per la vicinanza al mercato rionale e per il rapporto sempre  cordiale e gentile stabilito con il pubblico, Cinzia ha mantenuto lo stile iniziale del negozio  che lei stessa definisce “un tradizionale emporio”.

        GUERRINO AGABITI Piazza Thouar 4 Roma tel. 06 3380369
Negozio di casalinghi, articoli da regalo e mobili
Nel 1956 Guerrino all’età di 14 anni lasciava Ruscio per iniziare a lavorare presso un negozio di alimentari dove ha lavorato fino alla maggiore età.
Forte della sua volontà di progredire, nel 1963, insieme al fratello Orfeo ed al cognato Renato Vannozzi, ha avviato un negozio di carbone e legna e di casalinghi in viale Romania, ai Parioli.
Nel 1965 si trasferì, insieme con il fratello Orfeo a Monte Mario per aprire un negozio sempre di carbone e legna ma ampliando l’attività con la vendita di elettrodomestici, mobili ed articoli casalinghi e da regalo. Nel 1974 ha continuato da solo, con la collaborazione della moglie Laura e, successivamente dei figli, aprendo diversi punti di vendita intorno alla piazza Thouar, che diventa il punto di riferimento di tutte le sue attività. Oggi mantiene attivo un avviato super mercato nella ormai tradizionale piazza Thouar, molto fornito con articoli di ogni genere per la casa e specializzato in articoli da regalo e alta profumeria.
Alla conduzione del supermercato oggi è anche impegnata la figlia Lorella.

CARLO PERONI  Pomezia  Via S. Farina 17 tel. 06 9105945
Negozio di Carbone, legna, bombole ed elettrodomestici
Carlo Peroni lasciò Ruscio nel 1938 per andare a lavorare a Roma dai fratelli Giovannetti “Barone” acquisendo esperienza nella gestione dell’attività di carbone e legna. Ancora giovane rilevò, grazie all’interessamento di Ilario Giovannetti il negozio di Cagnotti a Piazza dell’Unità. Era il14 marzo 1947 e da quel giorno, a sforzo di grandi sacrifici ma con molto entusiasmo e grande laboriosità (consegnava bombole di gas in bicicletta  a tutta Roma) è riuscito a realizzare una vera e propria rete di distribuzione. Per il grande lavoro richiamò in aiuto i fratelli Fernando e Vittorio. A Fernando affidò la conduzione del negozio di via Candia ma più tardi i fratelli si divisero e Carlo e Vittorio proseguirono l’attività in Piazza dell’Unità. Nel frattempo Carlo sposa Agnese e nel 1971 apre una attività a Pomezia affidandone la gestione alla moglie mentre lui proseguiva la propria attività a Roma facendo una vita da pendolare.
Finalmente nel 1975, lasciando l’attività di Piazza dell’Unità al fratello Vittorio, si trasferisce definitivamente a Pomezia, dove continua l’attività di carbone e legna e di bombole di gas.
Oggi l’attività è affidata al figlio Angelo che ha ampliato il negozio con la vendita di elettrodomestici di ogni marca ed articoli elettrici.

SERGIO DI CESARE Via di Brava 9 Roma tel 06 66417151
Europetroli spa deposito di prodotti petroliferi

Tutti i fratelli Di Cesare di Ruscio, Francesco, Claudio e Sergio, per le loro attività traggono origine dal padre Giuseppe che nel 1925, a 21 anni, partì da Ruscio e iniziò a lavorare il Carbone e la legna in via La Spezia e successivamente, nel 1929 aprì la stessa attività in via Taranto che diventa il negozio storico della famiglia Di Cesare avendone acquistato le mura. Da quella data inizia anche una fruttuosa collaborazione con la famiglia Peroni di Via Paolo Emilio 17 per la fornitura del carbone e della legna. Il padre Giuseppe per la sua lunga attività commerciale ottiene numerosi riconoscimenti tra cui, il 26 aprile 1964, la medaglia d’oro per la fedeltà al lavoro ed il progresso economico. All’attività del padre hanno collaborato, via via che raggiungevano l’età lavorativa, i figli Francesco, Claudio, ai quali, nel 1964 si aggiunse Sergio che, in tal modo, maturò esperienza nel settore del riscaldamento che nel frattempo si era trasformato da combustibile solido a quello liquido. Sergio nel 1973 si mette in proprio aprendo un deposito di prodotti petroliferi in via di Brava, 9 e fondando la società Europetroli spa per la fornitura ed installazione su tutto il territorio nazionale di impianti di alta tecnologia sia per il riscaldamento che per il condizionamento.
Serio ha sempre mantenuto un forte collegamento con Ruscio, il suo paese natale, che non manca di visitare durante il mese di Agosto ove ogni anno, in memoria dei genitori, viene organizzato un torneo di calcio giovanile con bellissime coppe offerte da Sergio.

ALESSANDRO VANNOZZI Via Aureliana 29 Roma tel 06 4884317
Negozio di casalinghi ed articoli per la casa
Intorno agli anni 1930, il nipote non ha saputo fornire una data precisa, Pietro Salamandra, “Pietrone”, lascia Ruscio per avviare una attività di carbone e legna nel negozio d Via Flavia 1, i cui locali erano di proprietà di Isidoro Peroni.
Al negozio collaborano sia la moglie Angela Cicchetti che le figlie Leontina e Maria Rita.
Quando Maria Rita sposa Renato Vannozzi, quest’ultimo si inserisce nella gestione del negozio di Via Flavia in collaborazione con la cognata Leontina.
Nel 1999 Alessandro, figlio di Renato e di Maria Rita, ha rilevato l’azienda spostando il negozio da Via Flavia a Via Aureliana 29, dove tuttora opera, e trasformando l’attività nella vendita di casalinghi ed articoli vari per la casa.
          
CLAUDIO DI CESARE Via S. Sebastiano 1/A Roma tel. 06 7803215
Magazzino di Carbone e Legna
Anche Claudio, secondo figlio maschio dopo Francesco e prima di Sergio, trae origine della sua attività dal padre Giuseppe, iniziando a lavorare da giovanissimo nel negozio di carbone e legna di Via Taranto 88. Quando il negozio “storico” di Via Taranto venne chiuso, Claudio, appassionato di pugilato, aprì anche una palestra per avviare i giovani a tale sport; esperienza questa di breve durata che tuttavia dimostra lo spirito intraprendente del nostro personaggio. Acquistato successivamente un terreno in via S. Sebastiano, insieme al padre e ai due fratelli venne aperto un magazzino-deposito di Carbone e legna.
Quando nel 1973 i fratelli Francesco e Sergio avviarono per loro conto una autonoma attività, sempre nel settore del riscaldamento, Claudio continuò con il padre la gestione del magazzino per la vendita di carbone e legna per il riscaldamento e per la fornitura ai ristoranti.
Venuto meno il padre Giuseppe, Claudio continuò la gestione del magazzino con la collaborazione della moglie Chiarina, “Lilla”, e le figlie Claudia, Paola e Roberta, che sono tuttora impegnate nell’attività.
A dimostrazione dello spirito d’intraprendenza e della versatilità nel commercio, che forse trae origine dalle radici rusciane, le tre figlie di Claudio, dal 1985 al 1996 hanno aperto e gestito con successo il ristorante “Le donne” in Piazza Cenci.
   
ROBERTA REALI Via Montenero Guidonia (Roma) Tel. 0774 363269
Bar e ristorazione.
Roberta Reali, figlia di Costantino “il Conte del Colle” forte dello spirito e intraprendenza commerciale del padre, nel 1995, insieme al marito, ha aperto un esercizio di  bar e ristorazione in Via Montenero a Guidonia all’altezza del Km 15 della Via Nomentana e dove, negli ultimi tempi, collaborava anche Costantino nella preparazione di cibi e vivande.
Alla gestione dell’attività oltre a Roberta, collaborano, con grande professionalità, il marito e la figlia.
Come tanti altri compaesani, intorno agli anni 1950, Costantino è venuto a Roma a lavorare presso un negozio di carbone e legna in Via dei serpenti.
Nel 1958 il Conte”  si è messo in proprio aprendo in Via Plauto, a Borgo un negozio di carbone e legna, insieme a suo fratello Elio.
All’attività ha collaborato per molti anni anche la moglie Giovanna (Giovannina) Vannozzi la figlia di Arcangelo “Baffone”.
L’attività di carbone è terminata nel Dicembre del 1990 con la chiusura del negozio di via Plauto.
 
POLI QUINTO Via Montenero 15  Km 15 della Nomentana Guidonia Roma Tel 0774 570158
Deposito di combustibile per riscaldamento e per autotrazione
Quinto Poli, figlio di Ercole e Innocenza Giovanetti, nel 1947, all’età di 13 anni, lascia Ruscio e i lavori agricoli per lavorare il carbone e la legna presso il negozio dello zio Diamante Poli.
Nel 1955 ha aperto una attività commerciale a Città Giardino di imbottigliamento del kerosene in latte con la collaborazione della Società API.
Nel 1964 apre un negozio sulla Via Nomentana di carbone e legna e per la gestione del combustibile per il riscaldamento.
Nel 1972, avendo fortemente incrementato l’attività di fornitura del combustibile e non potendo più gestire elevate quantità di carburante, per ovvi motivi d sicurezza, dopo aver acquistato, tramite l’ausilio del padre,  un terreno a Guidonia, ha trasferito tutta la sua attività costruendo in Via Montenero 15, all’altezza del Km 15 della Via Nomentana, un grande magazzino-deposito di combustibili per riscaldamento e per autotrazione. Sempre nel 1972 passa alla collaborazione con l’AGIP che, per la sua attività, nel 1984 gli riconosce un premio “fedeltà”di 80 milioni.
Con la collaborazione dei figli ha dato vita anche ad una attività di costruzione e vendita , sempre nella zona di Guidonia, di edifici commerciali di ampie metrature e su diversi piani
Scomparso prematuraente il figlio Ercole, all’azienda oggi collaborano le figlie Ida e Maria.
      
MARIO E MASSIMO VANNOZZI Colleverde Guidonia Km 16 Via Nomentana Tel 0774 365221
Negozio di articoli per animali
Figli di Renato Vannozzi e di Gina Agabiti, Mario e Massimo, fin dalla giovane età sono cresciuti commercialmente presso il negozio del padre in Viale Romania. Successivamente le loro strade si sono divise per incontrarsi nuovamente nel 1991 quando aprono, e tuttora gestiscono, a Colleverde di Guidonia una attività di articoli alimentari ed accessori per animali domestici “PET SHOP”.
Ma andiamo con ordine. Dopo Viale Romania Mario per 4 anni rileva una licenza di taxi. Nel 1985 sposa Innocenza Poli. Nel 1987 fa una breve esperienza di vendita di moto, e nel 1988, insieme al cognato Ercole Poli, apre una rivendita di porte e finestre. Nel 1990 acquista il negozio a Colleverde di Guidonia dove, insieme alle porte e finestre, inserisce la vendita di articoli alimentari ed accessori per animali.
Massimo percorre una strada diversa: dal 1999 al 2001, per quattro anni, insieme con Mario e Roberta Reali fa il barista; successivamente fa una esperienza come tolettatore per cani e gatti e infine si inserisce con il fratello nella gestione del negozio a Colleverde.

       ORFEO AGABITI Via Indago, 71 Roma Tel 06 30998287
Esposizione di Mobili e di elettrodomestici
Orfeo Agabiti oggi, raggiunti i 70 anni (è nato il 23 Giugno 1939), vanta un’avviatissima attività di vendita di mobili e di elettrodomestici di tutte le marche ed è coadiuvato nel lavoro dai figli Mario, Tiziana ed Alessandro al punto che si concede, molto spesso, giornate di libertà da trascorrere a Ruscio, con gli amici di sempre, per giocare “da gigetto” qualche partita a scopone, di cui, dicono, sia valido e appassionato giocatore (alcuni lo chiamano maestro).
Terzo figlio di Mario Agabiti e di Brigida Reali, perduti prematuramente i genitori, si vede costretto a lavorare da giovanissimo e, insieme al fratello Guerrino, inizia a lavorare a Roma nel campo degli alimentari. Nel 1963, insieme al fratello ed al cognato Renato Vannozzi, collabora alla gestione di un negozio di carbone e legna in viale Romania. Nel 1965, sempre insieme al fratello, con molti sacrifici, con grande coraggio e spirito d’iniziativa, acquista il primo negozio a Monte Mario di carbone e legna e ampliando l’attività anche con la vendita di elettrodomestici, mobili ed articoli casalinghi e da regalo.
Nel 1974 si mette in proprio e abbandona il settore del carbone e della legna per sviluppare il commercio di mobili ed elettrodomestici con l’apertura di vari punti di vendita sempre nella zona di Monte Mario.
Nel 1985, quale frutto della sua capacità commerciale, inaugura il “Palazzo del mobile” in Via Inzago 71, una ampia esposizione su tre piani di ogni genere di mobili e di elettrodomestici.

RICCARDO VANNOZZI Viale Romania 21/25 e 35 Roma Tel. 06 8081170
Negozi di casalinghi e di ferramenta e materiale elettrico
Intorno agli anni ’30, Riccardo Vannozzi, il nonno dell’attuale Riccardo, insieme ai suoi fratelli apriva due negozi di carbone e legna in via dei Sabelli e in via del Pigneto.
Nel 1957 il figlio Renato Vannozzi, padre dell’attuale Riccardo, apriva a sua volta un negozio, sempre di carbone e legna, in Via Muzio Attendolo, con la collaborazione della moglie Gina Agabiti.
Più tardi, nel 1963, Renato con la collaborazione dei fratelli Agabiti , suoi cognati, avviava una attività di carbone e legna in viale Romania 21-25 e ampliando tale attività con la vendita di bombole di gas liquido, di detersivi, e articoli per la casa in genere.
Nel 1986 Riccardo, figlio di Renato, apriva un negozio di ferramenta e materiale elettrico al civico 35 dello stesso Viale Romania ai Parioli, divenendo un  punto di riferimento per il quartiere.
Oggi nel negozio di Viale Romania 21-25 collaborano la moglie Ida e la sorella Lucia; mentre nel negozio di Viale Romaia 35 collaborano il figlio Renato (che ha rilevato il nome del nonno) e il cognato Riccardo De Laurentis, marito di Lucia.
Il grande amore di Riccardo Vannozzi per il paese, da cui trae origine la sua famiglia, è testimoniato dall’acquisto e dal suo costante e gravoso impegno nella sistemazione del “Casale del Colle”, la costruzione più caratteristica di Ruscio e, per questo, soggetta a stringenti vincoli della sovrintendenza delle Belle Arti.
ANNARITA VANNOZZI E ANDREA QUINTAVALLE Viale Vittorio Locchi Roma
Negozio di tabacchi con ricevitoria del Lotto
Figlia di Renato Vannozzi e di Gina Agabiti, ha ereditato dal padre la predisposizione al commercio aprendo, nel 1990 un piccolo negozio, accanto a quello dei genitori, in viale Vittorio Locchi, per la vendita di tabacchi e di articoli di cartoleria e da regalo.
Più tardi per naturali ragioni di spazio, spostava la sua attività in ambienti più capaci sempre in Viale Vittorio Locchi e ampliandolo con la gestione di una ricevitoria del Lotto
Alla gestione del negozio collabora il marito Andrea Quintavalle.
                                     
IDA CICCHETTI moglie di MARIO CICCHETTI Via S. Maria delle fornaci  Roma
Negozio di carbone e legna e di casalinghi
Ida Perelli nacque a Roma dove il padre, partito da Ruscio, si era recato per lavorare i campi a mezzadria.
Terminato il lavoro il padre tornò a Monteleone portandosi dietro tutta la famiglia.
Ci racconta Ida che  così ebbe l’occasione di conoscere Mario Cicchetti, detto “bagaglino” (per via della sua magrezza e per una certa somiglianza a Gigetto Perleonardi che veniva soprannominato appunto bagaglino), con il quale convolò a nozze il 24 Agosto 1950 e la cerimonia fu celebrata proprio nella Chiesa della Madonna Addolorata di Ruscio.
Mario, per mantenere la sua famiglia che cresceva con la nascita dei figli , si vide costretto ad andare a Roma a lavorare presso il parente Pietro Lotti che gestiva un negozio di carbone e legna a Piazza Annibaliano. Nel 1967, maturata una certa esperienza nel commercio del carbone, rilevava il negozio di Via S: Maria delle fornaci dai Gervasoni che a loro volta avevano preso i gestione il vicino bar.
Alla gestione del negozio hanno collaborato, via via che crescevano, i 5 figli (Pietro, Benedetto, Angelo, Tullio e Annarita) che oggi hanno scelto strade lavorative diverse. A dimostrazione della lunga e proficua  attività anche nel settore del gas liquido, sopra l’ingresso del negozio è sistemata una “preziosa” insegna del Servizio Agipgas, più volte richiesta dai responsabili dell’Agip, ma mai concessa.
Oggi, dopo la scomparsa di Mario, avvenuta l’8 Dicembre 2003, Ida continua a gestire l’attività aiutata saltuariamente dai figli, nel tempo libero dai loro impegni lavorativi.
Pietro, il primogenito, dopo aver collaborato nell’azienda paterna, si è impiegato presso il Vaticano come autista, facendosi apprezzare per la sua serietà tanto da ottenere anche riconoscimenti e onorificenze. Oggi è divenuto l’autista personale del Santo Padre prima di Giovanni Paolo II e successivamente di Benedetto XVI, dando grande soddisfazione e lustro alla sua famiglia.
    
ALFREDO VANNOZZI Via fi Val di Sangro, 142 Roma
Negozio di casalinghi ed articoli da regalo
Augusto Vannozzi, padre di Alfredo, intorno agli anni 1930 va a Roma a lavorare nel negozio di carbone e legna di Angelo Dolci in Via dei falegnami e matura esperienza nel settore commerciale.
Ci racconta la moglie Lina Angelini di Rescia, sposata il 16 settembre 1945, che prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, con i fratelli Alfredo e Giulio, Augusto ha aperto un negozio di alimentari al Quadraro ma che successivamente, richiamati alle armi, hanno dovuto chiudere l’attività.
Terminata la guerra, Augusto è tornato a Ruscio alternandosi al lavoro dei campi nel famso “casale Macario” e al lavoro nella miniera di lignite d Ruscio.
Nel 1955 ritorna a Roma ed apre un negozio di Carbne e legna in via dei prati fiscali e nel 1969, a causa dei lavori di ampliamento della via, si spostava definitivamente in via Val di Sangro 142 dove attualmente il figlio Alfredo, nei momenti liberi dai suoi impegni con il taxi, e la moglie Leondina Antonelli di Leonessa, con la collaborazione della mamma Lina, continuano ad operare.
    
RODOLFO ADAMI e ROMINA PERELLI  Via Angelo Ranucci, 32-34 Roma Tel. 06 39388392
Laboratorio per infissi in alluminio
Come Rodolfo, nato a Roma al Pigneto abbia potuto conoscere Romina Perelli, figlia di Mario e di Liliana di Ruscio, con attività paterna in Via della cava aurelia, resta un mistero che non ci ha voluto svelare.
Fatto è che Rodolfo, nel 1995, incontra Romina ed inizia così la sua conoscenza di Ruscio e la frequentazione  con i rusciani.
Nel 1997 si sposa e apre una attività per la realizzazione di infissi di alluminio; nel suo attrezzatissimo laboratorio di via Angelo Ranucci, fornito di ogni tipo di materiale doe si realizzano infissi di ogni tipo per una clientela distribuita in Roma e fuori Roma.
Il suo più recente lavoro è stato la fornitura di infissi per la nuova struttura di ristoro (Benzi Bar) realizzata da Giulio Rosati a Ruscio.
Rodolfo ha tre figli (Roberto, Mario e Simone) alla cui educazione pensa la mamma Romina, la quale tuttavia, nel tempo libero si dedica alla gestione contabile dell’azienda.

ANDREA REALI Via della Cava Aurelia, 82 Roma
Negozio di Tabacchi, articoli da regalo e ricevitoria del Lotto
Elio Reali, padre di Andrea, è partito da Ruscio, dove era impegnato nella lavorazione dei campi, ed ha iniziato a lavorare nel commercio del carbone e della legna, con il fratello Costantino ,“il Conte del Colle”, in Via Plauto a Borgo Vittorio.
Successivamente Elio trasferisce in via della Vetrina a Tor di nona, dove insieme alla moglie Maria Vannozzi, continua la gestione del carbone, della legna, delle bombole di gase e di casalinghi vari, fino al 2005, anno in cui cessa l’attività.
Il figlio Andrea,  sulla scia dello spirito commerciale e d’iniziativa dei genitori, ha aperto un negozio per la vendita di tabacchi in Via della Cava Aurelia,82 molto fornito e dve gestisce anche la ricevitoria del Lotto, con la collaborazione della moglie Cinzia Parasassi e con ‘aiuto della nipote Elisa.
        
GERVASONI MARIO E PINO  Via Enrico Bondi 26 Roma Tel. 06 6241842
Negozio di Carbone e legna e casalinghi
I Gervasoni, il cui cognome trae origini da S. Gervaso in quanto originari di Bergamo, si trasferiscono a Ruscio per ordine del Papa per gestire la lavorazione del ferro prodotto dalle “Ferriere” di Ruscio.
Alcune opere in ferro, soprattutto cancellate e porte, realizzate a Roma per Piazza S. Pietro e per Villa Borghese, portano la firma “ferrieri Gervasoni”.
I discendenti, abbandonata la lavorazione del ferro, svolgevano attività di disboscamento e di trasporto della legna nel Comune di Monteleone; tra questi  Gervasoni Antonio, padre di Mario e di Pino, ed il fratello Isidoro, successivamente migrato in Australia.
Antonio nel 1948 sposa Nicolina Vannozzi, sorella di Renato Vannozzi del Colle di Ruscio.
Il 1° gennaio 1956 Antonio si trasferisce a Roma continuando l’attività dei trasporti.
Nel 1963 apre un negozio di carbone e legna in via S Maria delle fornaci, ceduto nel 1967 a Mario Cicchetti, per gestire, per un breve periodo, il  vicino bar sempre sulla stessa via.
Nel 1968 si trasferisce a Monte Spaccato in Via Antonio Pane per gestire un negozio di carbone e legna, ampliando l’attività con articoli per la casa e con bombole di gas. Dopo circa sei mesi si trasferisce definitivamente in via Enrico Bondi, dove oggi  i figli Mario e Pino, con la collaborazione delle rispettive mogli Felicetta e Nadia, continuano l’attività paterna.

ANNA E NAZZARENO GIOVANNETTI  Via Oderisi da Gubbio, 24 Roma
Negozio di casalinghi e materiale elettrico
Carlo Giovannetti, padre di Anna e di Nazzareno, lasciava Ruscio da ragazzo, durante il periodo invernale, per venire a lavorare a Roma nel negozio di carbone e legna del fratello Aquilino, ma d’estate tornava al suo paesello per lavorare i campi e gestire gli animali.
Nel 1965 si trasferisce definitivamente a Roma dove apre un negozio, con la collaborazione della moglie Maria Menegon, in Via Oderisi da Gubbio 24, originariamente per la vendita di carbone e legna e di bombole di gas e successivamente di articoli per la casa e di materiale elettrico.
Oggi, dopo 44 anni, il negozio, che viene gestito dai fratelli Anna e Nazzareno con la presenza della mamma Maria, ha mantenuto la sua tradizionale caratteristica originaria di “piccolo emporio”, ed è divenuto un punto di riferimento per la clientela del quartiere.
Nazzareno è molto legato a Ruscio dove si reca quasi ogni fine settimana, insieme ala mamma e alla sorella, e si tiene sempre informato sulla situazione climatica del Paese, forse perché preoccupato dello stato di salute del suo orticello che coltiva con molta cura.

ROBERTO VANNOZZI  Via della Farnesina 120 Roma
Negozio di casalinghi ed elettricità.
Il padre di Roberto, Ferruccio, figlio di Tito Vannozzi e di Rita Orlandi, è nato a Roma il 23 Maggio 1931, perché il padre aveva lasciato Ruscio per andare a lavorare presso i vari negozi di carbone e legna che i compaesani avevano aperto a Roma.
Nel 1928 Tito apre un proprio negozio di carbone e legna in Via orti della Farnesina, dove abitava  e più tardi, nel 1932, si sposta in vicolo della Farnesina  in un piccolo negozio (vedi prima foto) ma con ampie cantine dove poteva accumulare circa 2000 q.li di carbone per le esigenze del suo commercio nella zona di Ponte Milvio e di Prima Porta, incrementando anche la vendita di bombole di gas della “Domogas” tenute nel piccolo magazzino a fianco del negozio
Nel 1956, Ferruccio amplia la propria attività aprendo un negozio di casalinghi ed elettricità dove tutt’oggi opera il figlio Roberto.
L’estro commerciale di Ferruccio lo porta anche ad aprire una attività di vendita di frigoriferi, lavatrici, cucine e lampadari con una esposizione sempre in via della Farnesina, ma nel 1973, per la grande concorrenza, per una politica dei prezzi non sempre in linea con il mercato dei grossi rivenditori e per il fatto di essere solo a gestire tale commercio, ha chiuso tale attività.
Ferruccio ha un altro figlio, Bruno, che è impegnato nel settore dell’abbigliamento di alta moda.
 
LUIGI E  RENATO ALFONSI Largo Brancaccio,79 Roma Tel. 06 4872739 – 06 4872806
Negozio ed esposizione di Pianoforti e strumenti musicali
La madre di Luigi e Renato, Ida Bernabei, la più piccola dei quattro figli di Giuseppe Bernabei e di Santina Cicchetti, nasceva nel 1904 a Roma in via Sicilia dove il padre si era trasferito dal nativo Ruscio e gestiva un negozio di Carbone e legna. Divenuta giovanetta conosce e sposa Giulio Alfonsi che, dopo aver fatto il mestiere del trasporto con carretti trainati da cavalli, ha aperto, nei primi del Novecento, un negozio di strumenti musicali, nel cuore del vecchio rione Monti, in Via Giovanni Lanza 146.
Dopo varie vicende di sempre maggiore crescita commerciale, nel 1977, i fratelli Luigi e Renato Alfonsi, si trasferiscono in Largo Brancaccio, in un grande ambiente in parte ricavato entro le mura neroniane della Domus Aurea, con grandi vetrine per la mostra dei pianoforti.
All’interno è allestita una esposizione di centinaia di pianoforti delle più prestigiose marche destinate alle case e ai clienti più importanti, tra cui il Conservatorio di Santa Cecilia e la RAI.
Il negozio, che da oltre cento anni costituisce un punto di riferimento unico ed esclusivo della musica a Roma, è saturo di storia: Marinetti acquistò un pianoforte dagli Alfonsi e su un loro pianoforte suonò Liszt durante il suo soggiorno a Tivoli. Per la loro attività altamente meritoria nel campo della musica, i fratelli Alfonsi hanno ricevuto numerosi riconoscimenti e onorificenze.
Alla gestione dell’attività, oltre alla collaborazione delle mogli Mariella e Gabriella, oggi partecipano attivamente i figli di Luigi,  Emidio e Cecilia, e di Renato, Silvia,Giulio e Riccardo.
Sempre in Largo Brancaccio è stata aperta anche una attività di vendita di chitarre e di altri articoli musicali  alla cui gestione sovrintende principalmente Riccardo.
    
ROBERTO ARRIGONI E FRANCO SBARRINI Via Montenero 13 Guidonia tel. 0774 363431
Società Lazio servizi srl  vendita e distribuzione prodotti petroliferi
Roberto e Franco oggi sono soci nella conduzione della Società Lazio servizi srl, fondata nel gennaio 2001, per la distribuzione di prodotti petroliferi per il Lazio. Dell’azienda è anche socio Alberto, il figlio di Roberto, che collabora attivamente alla gestione della clientela in tutto il Lazio.
Vincenzo Arrigoni, “mastro Cencio” , padre di Roberto, inizialmente gestiva con la moglie Anna Maria Perelli, un negozio di carbone e legna a Roma e precisamente al Pigneto. Tornato a Ruscio con tutta la famiglia, ha voluto riprendere la tradizione di famiglia nella realizzazione di scarpe artigianali, divenendo ben presto, per la sua abilità nella realizzazione di scarpe di ogni tipo, un punto di riferimento importante per i paesani. Roberto, venuto a Roma da ragazzo, ha svolto attività in diversi settori commerciali, fino a maturare una lunga esperienza (41 anni) nel settore petrolifero tanto da consentirgli di mettersi in proprio.
Vincenzo Sbarrini, padre di Franco, insieme con la moglie Maria Vannozzi, gestiva un negozio di carbone e legna in Via Ettore Giovenale al Pigneto.
Anche Franco matura una lunga esperienza nel settore petrolifero, operando fin dal 1972, nel commercio e distribuzione di prodotti di diverse case quali l’AGIP, API e IP.
  
BENEDETTO PERELLI Via Giacinto De Vecchi Pieralice 7 Tel. 3939611010
Negozio di alimentari
Benedetto Perelli all’età di 16 anni lascia Monteleone di Spoleto, dove abitava con la sua famiglia al Trivio, per venire a Roma a lavorare nel settore degli alimentari, non continuando la tradizione di famiglia legata alla lavorazione del carbone e della legna a cui si era dedicato anche il padre, come tanti paesani.
Nel 1962 Benedetto, avendo maturato una consistente esperienza nel settore, ha rilevato il negozio di alimentari che era gestito da Giulio Vannozzi a Piazza Pier delle Vigne al Flaminio che terrà per 7 anni.
Nel 1969 si sposa con Enrica Salamandra, una delle figlie di Mansueto e di Ada, e insieme si spostano nella zona di Via Baldo degli Ubaldi, nel quartiere Aurelio.
Da 40 anni Benedetto gestisce un ampio negozio di alimentari in Via Giacinto de Vecchi Pieralice dove si è inserito, oltre alla moglie Enrica alla cassa, anche il figlio Marcello al banco a servire i clienti.
 
FABIO E ENZO AGABITI Ruscio di Monteleone di Spoleto (Perugia)
Azienda per la lavorazione e distribuzione di materiale inerte
Tutto nacque dalla grande passione che il giovanissimo Domenico Antonio, meglio conosciuto come “Mintonto”, aveva per le macchine, i camion e tutto ciò che fosse motorizzato, ma soprattutto dalla sua grande forza e dedizione verso il lavoro. Nel 1947 acquistò a Napoli il primo “gippone” miliare americano.
Con questa macchina, a dir poco inedita per l’epoca e per la nostra piccola realtà, cominciò a lavorare il materiale che offrivano le sponde del fiume Corno. Per i primi 3 anni a mano, poi attraverso il filtraggio con una rudimentale griglia. L’attività intrapresa gli richiese l’acquisto di una prima ruspa nel 1950 con la quale fece molti lavori in Valnerina e nel Leonessano e lavorò anche alla costruzione del ponte sul fiume Corno.
Nel 1969, per problemi burocratici connessi alla regolamentazione dei fiumi, cessò l’attivtà, ma grazie anche all’energia della instancabile moglie Giulia, Mintonto s’ingegnò e fece tesoro di un illuminante ricordo.
Da ragazzino pascolava le pecore nella zona di Casalino, sopra la miniera di lignite di Ruscio e notò un fenomeno che si rivelò foriero di tante fortune: da una parete della montagna, erosa da colpi sparati dagli americani per esercitazione, affiorava una sabbia bianca e finissima con la quale giocava in attesa di riportare all’ovile le pecore.
Chiedendo autorizzazione alla Forestale, pagando l’affitto al Consorzio ebbe inizio l’attività estrattiva degli Agabiti.
In seguito, la malattia di Mintonto ha portato l’attività nelle mani dei figli Fabio ed Enzo.
Grazie all’impegno, ai sacrifici, alla collaborazione di tutta la famiglia, è nata una salda impresa che si è ingrandita ed è cresciuta sul piano tecnologico e sulla quantità e qualità dei materiali prodotti, ottenendo riconoscimenti e onorificenze dall’Artigianato per essersi distinti nel settore dell’estrazione e della lavorazione degli inerti.

MARIO VANNOZZI Via Camerata Picena (Colle Salario) Roma
Negozio di Tabacchi, Cartoleria e articoli da regalo
Orlando Vannozzi, padre di Mario, con la moglie Esterina Agabiti, lasciano Ruscio nel 1932 per gestire un neozio di carbone e legna al Pigneto, presso la sorella Maria. Nel 1939 -40 si è spostato, sempre lavorando il carbone e la legna, a Primavalle; negozio che verrà gestito dalla sola Esterina quando il marito errà richiamato alle armi. Tornato dalla guerra ha continuato l’attività ampliandola con la vendita di colori e vernici e con articoli per la casa e da regalo. Svolge tale attività fino al 1973 quando cede il negozio ad un  Poli di Budino.
Mario, geometra, svolge l’attività sia in Italia che all’estero soprattutto in Libia (Tripoli e Bengasi); tornato in Italia sposa Clelia (di origini ciociare) e riprendendo la tradizione commerciale del padre, nel 1980 apre un Bar in Via Annibale Maria di Francia dove nel 1983 prende la licenza per i tabacchi.
Nel 1988 si trasferisce al Colle Salario dove oggi gestisce una fornitissima tabaccheria con annessi articoli da regalo e cartoleria e gestendo una ricevitoria del lotto.
Alla gestione del negozio collaborano attivamente sia la moglie Clelia che il figlio Maurizio.
      
ARMANDO AGABITI  Ruscio di Monteleone di Spoleto (Perugia)
Panificio e prodotti alimentari
Armando, figlio di Giacomo e Giuseppina Reali, è nato a Ruscio l’11 giugno 1943 e dopo gli studi dell’obbligo è andato a Roma per lavorare nel settore degli alimentari. Maturata l’esperienza commerciale ha aperto un negozio di panificio e di alimentari in Via Napoleone III.
Dopo l’esperienza romana torna al suo paese d’origine ed apre un negozio, sempre nel campo dell’alimentazione, a Leonessa in Corso S. Giuseppe 81.
Contemporaneamente apre un forno a Cascia per la produzione del pane che più tardi cederà per aprirne uno a Ruscio con il quale sviluppare la distribuzione del pane  e dei prodotti affini  ai negozianti della zona e alla vendita al dettaglio nei suoi negozi di Ruscio e di Leonessa.
Nel suo forno è facile ancora oggi vederlo, con il grembiule bianco e tutto infarinato,  intento alla lavorazione dell’impasto di farina da lavorare o sfornare, dal grande forno elettrico, filoni di ottimo pane ben cotto o gustose pizzette o crostate farcite di marmellate e cioccolata  che diventano subito  appannaggio di paesani e di villeggianti.
 
FILIPPO E GIACOMO BARRA Via Cina 342 Roma Tel 06 52207791
Negozio di tabacchi e articoli da regalo e cartoleria
Mariano Vannozzi, nonno di Giuseppe Barra e bisnonno di Filippo e Giacomo, ai primi del secolo scorso è partito da Ruscio all’età di circa nove anni, per andare a Roma a lavorare nei negozi di Carbone e legna aperti dai paesani nella zona del Pigneto. Soldato nella grande guerra come bersagliere ciclista, dopo la guerra Mariano tornato alla vita civile viene assunto come tranviere dall’azienda municipale e percorre tutta la carriera fino a diventare controllore capo.
Sempre legato a Ruscio, vi si recava ogni estate con tutta la famiglia e molti lo ricordano ancora  con il suo cappello bianco e con  il suo bastoncino da passeggio in giro per il paese.
Mariano, uno dei principali fondatori della Pro Ruscio, si è sempre adoperato per migliorarne le condizioni di vita partecipando attivamente anche ala vita religiosa (era anche guardia papalina e frequentatore a Roma della Congrega della Madonna dell’Archetto).
I pronipoti, Filippo e Giacomo, con il solerte e attento aiuto del padre Giuseppe, terminati gli studi superiori e riscoprendo le loro antiche radici commerciali tipiche dei rusciani, hanno rilevato una attività per la vendita di tabacchi e articoli da regalo che attualmente conducono con molto entusiasmo e soddisfazione gestendo anche una ricevitoria del lotto e superenalotto.

  AZIENDA AGRICOLA CICCHETT I GIULIO & C snc. Ruscio di Monteleone di Spoleto (PG)
Coltivazione e produzione del farro e dei prodotti derivati
L’azienda agricola Cicchetti snc riprende la tradizione locale di un piccolo comune montana dove si è tramandato, da padre in figlio, l’uso della coltivazione del farro.
La società di Giulio Cicchetti e di Roberta Gervasoni, moglie del fratello Mariano, nasce nel 1995 come azienda biologica  con coltivazione, lavorazione e vendita di farro e lenticchia. Nel 1996 la produzione viene spostata in un vero e proprio stabilimento anche se la vendita è limitata ai negozi circostanti e la lavorazione non va oltre il farro sgusciato e spezzato.
Negli anni successivi, grazie all’ottima qualità dei prodotti si è assistito ad una lenta ma progressiva richiesta di farro che ha portato i due soci ad ampliare la produzione mantenendone elevata la qualità utilizzando macchinari specifici per la lavorazione del farro ed introducendo nuovi prodotti tra i quali il farro perlato, soffiato, la farina ed il semolino di farro venduti in confezioni sotto vuoto. Il maggiore successo arriva nel 2000 con le gallette di farro che vengono giudicate dai clienti più buone e gustose di quelle di riso.
La pula, ottenuta dal processo di pulitura del farro, fino a poco tempo fa, veniva scartata ed utilizzata come mangime per la zootecnia. Nel 2006 i soci realizzano dei copri sedili imbottiti c on pula di farro riportando un notevole successo nel mercato dei cuscini e dei materassi e vincendo un prestigioso premio, primi in Italia tra tanti concorrenti, per l’innovazione del prodotto in agricoltura.
L’azienda basa la sua produzione soprattutto in prodotti di alta qualità; si è impegnata attivamente per il riconoscimento della DOP per il farro prodotto nel nostro territorio ed è stata tra i promotori per la costituzione dell’Associazione del Farro di Monteleone di Spoleto di cui è socio tra i più attivi nel Consiglio.

DESIDERIA BERNABEI E FRANCO MORETTI Circonvallazione Gianicolense 128 Roma Tel. ……
Negozio di calzature moda comoda
Desideria Bernabei, figlia di Giuseppe Bernabei ”il Giudice di Ruscio”, il primo macellaio di Ruscio, nel 1967 lascia il suo paese nativo e viene a Roma a lavorare presso gli zii Elio e Costantino Reali nel negozio di casalinghi prima a via Plauto e successivamente a Via della vetrina a Piazza Navona.
All’età d 18 anni sposa Franco Moretti e inizia una attività nel settore delle calzature insieme al cognato Mannello Bruno ed in seguito rilevando in proprio l’attività per la vendita di calzature a moda comoda.
Ha ampliato, con la collaborazione del marito Franco, il proprio commercio aprendo un negozio, sempre per la vendita di calzature, a Testaccio che viene gestito dal figlio Mirko e avviando un altro negozio, in Circonvallazione Gianicolense 148 per calzature eleganti e alla moda per giovani, che viene gestito dalla figlia Sabina.
                                                               
AZIENDA AGRICOLA REALI LUCIANO  Ruscio di Monteleone di Spoleto (PG)
Apicoltura per la produzione del miele e dei prodotti derivati dal nettare
Luciano, figlio di Alberico Reali ( della famiglia di “Figaro”) e di Cecilia Vannozzi, figlia di Arcangelo “Baffone”, terminati gli studi dell’obbligo, all’età di 17 anni,ha iniziato la sua attività lavorativa come operaio edile.
Durante tale attività ha coltivato l’hobby della apicoltura, da sempre affascinato, insieme a suo fratello Erasmo,
dal comportamento delle api, queste straordinarie “macchine” produttrici di nettare.
Nel 1992 ha avviato l’attività apistica fondando l’azienda agricola Reali Luciano con laboratorio al Colle di Ruscio.
Il lavora di Luciano è molto articolato in quanto si esplica oltre che nel deposito delle arnie sui propri terreni o su quelli presi in affitto per tale attività, tenendo presente il periodo del deposito in funzione della zona e della fioritura per ottenere miele differenziato; successivamente si deve dedicare alla raccolta del nettare ed alla sua lavorazione per ottenere il prodotto da confezionare distribuire commercialmente utilizzando centrifughe e macchinari specifici.
La sua produzione, rigorosamente artigianale, risulta pertanto di alta qualità
Per sviluppare la sua impresa ha anche aperto un negozio per la vendita al dettaglio dei propri prodotti a Leonessa in Corso S. Giuseppe 140.

PIETRO SALVATORI E ROSA SALAMANDRA Via Soncino 38 Roma Tel 06 3091250
Supermercato di alimentari
Pietro Salvatori lascia il suo paese nativo, il Trivio di Monteleone di Spoleto, all’eta di 10 anni perandare a vivere a Sulmona ove si era spostata la sua famiglia per seguire l padre che era ferroviere in quella città.
Trascorsi 6 anni e terminato di studiare, è venutoa Roma per lavorare. A diciotto anni è alimentarista e s’impegbna a fare consegne  di latte a domicilio nella zona di via Nomentana.
Intorno ai veni anni apre u negozio di alimentari in società con il cognato e che gestisce per 40 anni.
Nel 1978 sposa Rosa Salamandra, una delle figlie di Mansueto e di Ada e nel 1986 apre l’attuale negozio di alimentari che gestisce, da circa 23 anni con la collaborazione del cognato Emilio Reali del Trivio, e con l’aiuto della moglie e della figlia Daniela.

    MARIO TEDESCHI Ruscio di Monteleone di Spoleto (PG) Tel. 0743 755822
Esposizione di mobili ed elettrodomestici
Felice Tedeschi, padre di Mario, gestiva a Monteleone, in Corso Vittorio Emanuele al numero civico 24, insieme con la moglie Vittoria Vannozzi, un negozio di abbigliamento; nella sua bottega faceva anche attività di sarto per abiti su misura e il barbiere per uomo.
Il figlio Mario, terminati gli studi dell’obbligo, ha iniziato a collaborare con il padre nel negozio maturando una qualificata esperienza nel commercio che gli ha consentito, divenuto maggiorenne, di avviare una attività di vendita di mobili e di elettrodomestici divenendo, in poco tempo, il punto di riferimento per la clientela dell’intera regione umbra.
Nel 1985, pur mantenendo sempre attivo il tradizionale negozio di Monteleone, per ampliare e sviluppare ulteriormente l’attività commerciale, alla quale collabora attivamente anche la moglie Celeste Allegretti, costruisce a Ruscio un grande edificio, su più piani, per l’esposizione permanente di mobili di vario genere e stile e di elettrodomestici.
Successivamente, allargando la sua azione commerciale anche nel Lazio, apre diversi punti di vendita a Rieti che gestisce in collaborazione con la figlia Vittoria.
Il figlio Felice, dopo una significativa carriera sportiva come pilota di auto da corsa di formula 3, ha da quattro anni aperto a New York un negozio, sempre nel campo dei mobili, che oggi gestisce con successo.
     
°°°°°°°°°°°°°°OOOOOOOOO°°°°°°°°°°°°°°

Al termine di questa piccola e piacevole fatica, al Comitato dei festeggiamenti non resta altro che ringraziare i 41 “rusciani veraci” che, grazie al loro generoso contributo, hanno consentito la realizzazione di questo opuscolo, voluto per celebrare la festa del 2009 in onore  della Madonna Addolorata, Protettrice di Ruscio. 

Renato Peroni
Ruscio di Monteleone di Spoleto 23 Agosto 2009

 
< Prec.