IN EVIDENZA

 
Advertisement
Advertisement
Advertisement

MENU

Selezione Notizie da Web
---------------------------------------------
La Barrozza
I Quaderni di Ruscio
Cronache Moderne
---------------------------------------------
Archivio News
I ritrovamenti archeologici di Pie di Immagine
La Grande Guerra in Valnerina 1915 - 2018
La Miniera di Ruscio
Il campo di prigionia PG n. 117
Notiziario Parrocchiale
---------------------------------------------
Ruscio Solidale
---------------------------------------------
Area riservata
Segreteria Pro Ruscio
---------------------------------------------
Disclaimer
---------------------------------------------
Advertisement
Advertisement

Sondaggi

La piu' bella realizzazione della Pro Ruscio:
 
Le sezioni piu' interessanti del sito www.proruscio.it
 

Area Riservata






Password dimenticata?
L'Angelo del Campetto PDF Stampa E-mail
La Barrozza - Estate 1999 - Anno VIII n. 2
Scritto da Osvaldo Perelli   

Quando si parla di una persona strana, petulante, ma che assomma in sé tante qualità, tanta passione, si usa dire che se non fosse esistito, bisognava inventarlo. Ed uno come Angelo Peroni, non bisogna inventarlo, bensì tenerselo da conto. Ragazzi, quello che ha fatto e che sta facendo e che conserva tanto gelosamente suscita l'invidia di tutti. Sior Brontolon, lo definirei se fosse veneziano, ma siccome è rusciaro, lo chiamano Ciccarella o "er palletta" come lo indicano a Roma gli amici del circolo bocciofilo di Villa Gordiani.

Quante volte l'avete sentito parlare di abbandonare tutto e poi, a maggio, eccolo riprendere i lavori al campetto (la sua creatura), verniciare le attrezzature, preparare il campo da gioco, innaffiarlo potare le piante d'intorno, o rinnovare il chioschetto preparando bibite e noccioline.

Tutti i bambini e i ragazzi di Ruscio lo temono, lo rispettano (non sempre, però) ma lo amano, perché per quanto se ne possa dire, in fondo, in fondo è un vero ..... Angelo custode.

Osvaldo PERELLI

N.B. Sono parole di Osvaldo ma approfittiamo per inviare ad Angelo un immenso grazie da tutti i soci della Pro Ruscio e dalla redazione de "la Barrozza" per la sua incessante dedizione alla cura del nostro Campetto.

 
< Prec.   Pros. >